Scienze planetarie: brine liquide di superficie marziane comuni ma non abitabili

Scienze planetarie: brine liquide di superficie marziane comuni ma non abitabili. Da Nature Astronomy.

Le brine liquide su Marte possono essere più comuni e possono durare più a lungo, di quanto si pensasse in precedenza, suggerisce un articolo pubblicato su Nature Astronomy. Tuttavia, lo studio suggerisce anche che le proprietà e le temperature delle salamoie le rendono inospitali per i microrganismi terrestri.

L’acqua liquida stabile non è in grado di persistere sulla superficie di Marte, poiché l’atmosfera del pianeta è troppo sottile e fredda. Tuttavia, la presenza di sali può creare sostanze liquide, come le brine, che possono durare stabilmente per qualche tempo in condizioni marziane.

Edgard Rivera-Valentín e colleghi hanno combinato un modello termodinamico validato sperimentalmente con un modello climatico per studiare dove si potrebbero formare salamoie su Marte e per quanto tempo. Hanno scoperto che fino al 40% della superficie marziana, a tutte le latitudini fino all’equatore, potrebbe ospitare brine stabili. Queste salamoiepotrebbero durare fino a sei ore consecutive e fino al 2% dell’intero anno marziano. Gli autori hanno anche scoperto che le brine nel sottosuolo potrebbero durare fino al 10% dell’anno marziano a una profondità di 8 cm.

Gli autori osservano che queste brine non possono essere classificate come “Regioni speciali” in base alle politiche di protezione planetaria, in quanto non possono sostenere la vita terrestre. Le posizioni delle brine stabili potrebbero essere obiettivi per la futura esplorazione marziana, poiché il rischio di contaminazione biologica dalla Terra è trascurabile.

Articolo Nature Astronomy: Distribution and habitability of (meta)stable brines on present-day Mars. Distribuzione e abitabilità delle brine meta stabili sull’attuale Marte. DOI 10.1038 / s41550-020-1080-9. Link Nature.

Lascia un commento