Un diplomatico svizzero membro della Commissione ONU per il consolidamento della pace

Un diplomatico svizzero diventa membro della Commissione consultiva del fondo dell’ONU per il consolidamento della pace.

Il segretario generale dell’ONU António Guterres ha nominato Stéphane Rey membro della Commissione consultiva del fondo per il consolidamento della pace. Attualmente il diplomatico svizzero riveste la funzione di capo della Sezione Politica di pace e di capo supplente della Divisione Sicurezza umana del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Il DFAE accoglie con favore questa nomina, che è una conferma della reputazione di mediatrice di cui gode la Svizzera e della sua competenza nel campo della pace e della sicurezza.

Il fondo per il consolidamento della pace è uno strumento di pronto intervento dell’ONU: sostiene progetti in modo rapido e senza lungaggini burocratiche, per garantire la pace in zone a rischio e impedire l’insorgere di nuove violenze. Così facendo prepara il terreno per un impegno duraturo della comunità internazionale. Il fondo finanzia e segue, tra le altre cose, i negoziati di pace e l’attuazione degli accordi di pace, gli organismi nazionali per la risoluzione pacifica dei conflitti e la riforma delle istituzioni statali. La Commissione consultiva è composta da dieci persone nominate dal segretario generale dell’ONU per un periodo di due anni. Il loro mandato consiste nel fornire consulenza e nel monitorare l’utilizzo delle risorse del fondo. Hanno inoltre il compito di controllare l’attuazione della nuova strategia del fondo per il periodo 2020-2024.

La nomina di Stéphane Rey nella Commissione consultiva rappresenta un riconoscimento dei buoni uffici della Svizzera e del suo impegno per una convivenza pacifica dei popoli. La Svizzera sostiene le riforme del segretario generale dell’ONU volte a rendere più efficace l’organizzazione, un obiettivo al quale il fondo per il consolidamento della pace può dare un notevole contributo. Nel suo comunicato, il segretario generale dell’ONU ha sottolineato l’importanza di queste riforme e dell’efficacia dell’ONU, specialmente in seguito alla pandemia di COVID-19. La Svizzera continuerà a sostenere le riforme e gli sforzi profusi a favore della pace e della sicurezza.

In qualità di membro indipendente della Commissione consultiva, Stéphane Rey potrà mettere a disposizione la sua pluriennale esperienza nel campo della promozione della pace, maturata in particolare nel ruolo di capo della Sezione Politica di pace e di capo supplente della Divisione sicurezza umana, che gestisce oltre 20 programmi nel settore della promozione della pace. Il diplomatico continuerà a esercitare anche la sua funzione attuale.

Link Consiglio Federale Svizzero.

Lascia un commento