Lugano: riapre il Museo Wilhelm Schmid

Lugano: riapertura annuale del Museo Wilhelm Schmid.

Venerdì 12 giugno riapre al pubblico il Museo Wilhelm Schmid a Brè sopra Lugano, che ospita alcune fra le più significative opere dell’artista argoviese. Wilhelm Schmid è stato un esponente di primo piano dei fermenti artistici che caratterizzano la Berlino del primo ‘900. Tra i fondatori nel 1918 del Novembergruppe, Schmid è considerato l’unico svizzero di spicco della Nuova oggettività e del Realismo magico del nord Europa. Nel 1937, dopo la condanna nazista della sua opera, rientra in Svizzera e si stabilisce permanentemente a Brè dove trascorre il resto della sua vita in maniera appartata. Muore nel 1971 e la moglie Maria lascia per disposizione testamentaria alla Città di Lugano, che ne diviene proprietaria, la loro abitazione di Brè e oltre mille fra dipinti e disegni.

Dal 12 giugno 2020 sarà nuovamente possibile visitare la sua casa con una selezione delle maggiori testimonianze pittoriche e grafiche dell’artista, oltre alle ceramiche e ad alcuni mobili e decorazioni murali da lui realizzati. La raccolta costituisce per la completezza e per il valore artistico delle opere presenti il corpus più cospicuo e soprattutto qualitativamente più prestigioso della sua attività. Alcune opere di Schmid sono inoltre conservate a Berna, presso la Collezione d’arte della Confederazione, e nell’Aargauer Kunsthaus.

“Siamo particolarmente lieti per l’apertura quest’anno del Museo Wilhelm Schmid di Brè – ha dichiarato Roberto Badaracco, capo Dicastero Cultura Sport ed Eventi – che negli scorsi mesi è stato oggetto di importanti lavori di ristrutturazione, realizzati grazie alla collaborazione della Divisione gestione e manutenzione che ringrazio. Oggi è pronto a svelare i suoi tesori al pubblico in sicurezza e con nuova energia, anche grazie al sostegno e alla collaborazione degli amici Circolo Pasquale Gilardi “Lelèn”.”
Il Museo Schmid è aperto il venerdì e la domenica, dalle ore 14 alle ore 17 con ingresso gratuito. Per informazioni: cultura@lugano.ch; T +41 58 866 68 50.

Link Comune di Lugano.

Lascia un commento