Scienza e fede: Francis Collins insignito del Premio Templeton 2020

Scienza e fede: Francis Collins insignito del Premio Templeton 2020.

Nel 2019 il premio è stato assegnato a Marcelo Gleiser, di cui scriveremo domani.

Il genetista e medico Francis Collins, direttore del National Institutes of Health, che ha guidato il progetto Human Genome Project fino al suo completamento con successo nel 2003 e nel corso della sua carriera ha sostenuto l’integrazione della fede e della ragione, è stato annunciato oggi come Premio Templeton del 2020.

Nella sua leadership scientifica, nel parlare in pubblico e nella scrittura popolare, incluso il suo best seller del 2006, The Language of God, Collins ha dimostrato come la fede religiosa possa motivare e ispirare una rigorosa ricerca scientifica. “Questo libro sostiene che la fede in Dio può essere una scelta del tutto razionale”, scrive nell’introduzione, “e che i principi della fede sono, in effetti, complementari ai principi della scienza”. Nel libro, si sforza di incoraggiare le comunità religiose ad abbracciare le ultime scoperte della genetica e delle scienze biomediche come intuizioni per arricchire e ampliare la loro fede.

Collins, 70 anni, è stato selezionato come vincitore del 2020 dai giudici del Premio alla fine dell’anno scorso, ma l’annuncio è stato ritardato a causa della pandemia di coronavirus.

Dal 1993 al 2008, Collins ha diretto l’Istituto Nazionale di Ricerca sul Genoma Umano, guidando il Progetto Genoma Umano nella sua mappatura e sequenziamento dei tre miliardi di lettere del DNA che compongono il libro di istruzioni genetiche umane.

Prima di entrare a far parte del NIH, Collins è stato professore di medicina interna e genetica umana presso l’Università del Michigan, dove era noto come “cacciatore di geni” per la sua tecnica pionieristica di “clonazione posizionale” per individuare i geni correlati alla malattia. I suoi gruppi di ricerca sono stati responsabili della scoperta dei geni responsabili della fibrosi cistica, della neurofibromatosi, della malattia di Huntington e della sindrome della progeria di Hutchinson-Guilford, una rara forma di invecchiamento precoce.

Queste e altre scoperte genetiche hanno contribuito a lanciare una nuova era della medicina di precisione in cui i ricercatori e i fornitori possono personalizzare i programmi di trattamento per i singoli pazienti e hanno gettato nuova luce sul benessere umano, sulla natura e sulle possibilità della specie umana.

L’annuncio è stato reso online su TempletonPrize.org oggi dalle filantropie di Templeton: la John Templeton Foundation, con sede a West Conshohocken, in Pennsylvania, e dalla Templeton World Charity Foundation e Templeton Religion Trust, con sede a Nassau, Bahamas.

Il Premio Templeton, valutato 1,1 milioni di sterline inglesi, è uno dei più grandi premi individuali annuali al mondo e onora le persone i cui risultati esemplari avanzano la visione filantropica di Sir John Templeton: sfruttare il potere delle scienze per esplorare le domande più profonde dell’universo e dell’umanità luogo e scopo al suo interno.

In una dichiarazione preparata per l’annuncio, a Templetonprize.org, il Dr. Collins ha dichiarato: “Mentre scrivo questo, quasi ogni mio momento di veglia è consumato dallo sforzo di trovare trattamenti e un vaccino per COVID-19. L’elegante complessità della biologia umana crea costantemente in me un senso di timore reverenziale. Eppure mi rattrista per la sofferenza e la morte che vedo tutt’intorno e, a volte, confesso di essere assalito da dubbi su come un Dio amorevole permetterebbe simili tragedie. Ma poi ricordo che il Dio che pendeva dalla croce ha una profonda familiarità con la sofferenza. Imparo e riapprendo che Dio non ha mai promesso la libertà dalla sofferenza, ma piuttosto di essere “il nostro rifugio e la nostra forza, un aiuto molto presente nei guai” (Salmo 46) “.

Heather Templeton Dill, presidente della John Templeton Foundation, in una dichiarazione preparata a Templetonprize.org, ha dichiarato: “Nel suo ruolo di scienziato, funzionario del governo e intellettuale pubblico, Francis Collins ha utilizzato la sua piattaforma per coinvolgere gruppi di diverse prospettive, e ha incoraggiato una maggiore curiosità, apertura mentale e umiltà tra scienziati e credenti religiosi con l’obiettivo di illuminare un percorso verso, come ha scritto, “un’integrazione sobria e intellettualmente onesta” delle prospettive scientifiche e spirituali. Il Dr. Collins incarna gli ideali e le convinzioni fondamentali che hanno ispirato mio nonno, Sir John Templeton, a istituire il Premio Templeton nel 1972: che una ricerca rigorosa, specialmente nelle scienze, può aiutare l’umanità ad affrontare le questioni più profonde e più difficili dell’esistenza. ”

Templeton, l’investitore e filantropo morto nel 2008, ha creato il Premio Templeton perché voleva riconoscere le scoperte che hanno prodotto nuove intuizioni sulla religione, specialmente attraverso la scienza, e ha fissato l’importo del premio al di sopra di quello dei Premi Nobel per riconoscere l’importanza di quello che chiamava “progresso nella religione”.

La sua comprensione del progresso nella religione si è evoluta durante la sua vita ed è mostrata nella varietà tra i 50 vincitori che hanno ricevuto il premio. I vincitori provengono da tutte le principali fedi e decine di paesi e hanno incluso vincitori del premio Nobel, filosofi, fisici teorici e un santo canonizzato. Per i primi decenni del Premio, il Principe Filippo Filippo ha assegnato il premio e illustri leader come il Primo Ministro Margaret Thatcher e i Presidenti George H.W. Bush e Gerald Ford sono stati giudici.

Quest’anno, le filantropie di Templeton hanno aggiornato la descrizione del Premio, focalizzandosi sulla ricerca, la scoperta, l’impegno pubblico e la leadership religiosa che promuovono la comprensione e l’apprezzamento delle intuizioni della scienza.

Francis Sellers Collins, M.D., Ph.D., è nato a Staunton, in Virginia, da genitori che hanno cercato di allevarlo in uno stile di vita agrario idealizzato, istruendolo a casa fino a quando non aveva 10 anni in una fattoria nella Shenandoah Valley. Ha conseguito una laurea in chimica presso l’Università della Virginia e un dottorato di ricerca. in chimica fisica da Yale. Un corso di biochimica, tuttavia, ha aperto gli occhi sulle possibilità rivoluzionarie che emergono sul campo e lo ha portato a cambiare il suo percorso professionale e iscriversi alla facoltà di medicina dell’Università della Carolina del Nord, Chapel Hill.

Nella sua giovinezza, Collins ha lottato con questioni religiose, passando dal agnosticismo confortevole all’ateismo non dispiaciuto. Ma mentre era uno studente di medicina del terzo anno al servizio della sua residenza, fu colpito dal potere della fede professato dai suoi pazienti, molti dei quali affrontarono la morte imminente. Incapace di esprimere la propria convinzione, un vicino, un ministro metodista, gli presentò gli scritti di C.S. Lewis, il leggendario studioso di Oxford che lui stesso aveva testato i principi della fede attraverso la lente della logica prima di abbracciare il cristianesimo. Il viaggio di Collins verso la credenza cristiana si sarebbe evoluto e rafforzato nei prossimi tre decenni.

Dopo aver servito la sua residenza e aver conseguito un dottorato, Collins è stato nominato Fellow in Human Genetics presso la Yale Medical School sotto la direzione di Sherman Weissman, che è ancora professore di genetica Sterling della scuola. Nel laboratorio di Weissman, Collins ha sviluppato la tecnica del “salto cromosomico”, consentendo la clonazione di un intero filamento genetico saltando su parti lunghe e forse non ricercabili del filamento senza passare attraverso il gene sequenza per gene al fine di leggere l’intero filamento.

Dopo nove anni all’Università del Michigan, dove è diventato investigatore dell’istituto medico Howard Hughes della scuola, è stato nominato direttore del National Center for Human Genome Research nel 1993. Qui è stato responsabile del progetto Human Genome, un consorzio internazionale che rimane il il più grande progetto di collaborazione biologica nella storia. Si è dimesso dal 2008, ma ha continuato a guidare un laboratorio attivo incentrato sulla progeria e sul diabete di tipo 2.

The Language of God: A Scientist Presents Evidence for Belief, il primo libro di Collins per un pubblico generale, è stato pubblicato nel 2006. In esso, racconta il suo viaggio dall’agnosticismo all’ateismo al credo cristiano, spiegando perché la scienza non è in conflitto con la Bibbia, e delineare come la scienza moderna e la solida fede personale possano rafforzarsi a vicenda. Collins ha affermato di essere rimasto stupito dalla risposta al libro: è stato un bestseller del New York Times per 16 settimane ed è stato tradotto in 24 lingue.

In risposta a questo travolgente interesse, e vedendo la necessità di creare una piattaforma per un ulteriore dialogo su scienza e religione, Collins e sua moglie, Diane Baker, hanno fondato la Fondazione BioLogos senza scopo di lucro nel 2007, per favorire la discussione sull’armonia tra scienza e biblica fede. L’organizzazione pubblica articoli e podcast di scienziati che sono anche cristiani e promuove l’opinione che una posizione di creazione evolutiva sia corretta e compatibile con il cristianesimo.

Nel 2009, il neo-inaugurato presidente Barack Obama ha nominato Collins come sedicesimo direttore del National Institutes of Health. Ha ricevuto la conferma unanime del Senato ed è stato riconfermato alla posizione dal presidente Donald Trump nel 2017. È il regista più longevo nella storia dell’agenzia.

Collins ha scritto altri tre libri rivolti a un pubblico generale: The Language of Life: DNA and the Revolution in Personalized Medicine and Belief: Readings on the Reasons for Faith, entrambi nel 2010, e The Language of Science and Faith: Straight Answers to Genuine Domande, nel 2011.

Tra le molte iniziative lanciate sotto la direzione di Collins presso NIH ci sono “BRAIN: Brain Research through Advancing Neurotechnologies”, per sviluppare strumenti per esaminare le cellule e i circuiti del cervello; “Sound Health: Music and the Mind”, esaminando come la musica può avere applicazioni di salute e benessere; e “HEAL: Aiutare a porre fine alla dipendenza a lungo termine”, in risposta alla crisi nazionale degli oppiacei.

All’inizio del 2020, Collins e i suoi colleghi dell’NIH hanno spostato gran parte della loro attenzione e risorse verso l’accelerazione dei trattamenti e un vaccino per il nuovo coronavirus causando una pandemia globale.

Nel corso della pandemia di COVID-19, Collins ha sollecitato le comunità di fede a fidarsi della scienza mentre sfatava varie cospirazioni su Internet, a collegare inevitabilmente cattive notizie a opportunità di speranza e a rimanere forti nella loro fede. In una recente intervista al Washington Post, ha fatto riferimento a un versetto preferito di Giosuè 1: 9: “Non ti ho comandato? Sii forte e coraggioso. Non avere paura. Non scoraggiarti, perché il Signore tuo Dio sarà con te ovunque tu vada. ”

“Questo mi incoraggia”, ha detto Collins, “e i leader della fede possono diffondere quel tipo di esaltazione in un modo che penso incoraggerà gli altri”.

Collins e sua moglie, Diane Baker, membro della facoltà fondatrice e direttore del programma di consulenza genetica all’Università del Michigan, vivono a Chevy Chase, nel Maryland.

Collins si unisce a un elenco di 50 vincitori del premio tra cui Madre Teresa (il premio inaugurale nel 1973), il Dalai Lama (2012) e l’arcivescovo Desmond Tutu (2013). Il Premio Templeton dell’anno scorso è andato al fisico teorico Marcelo Gleiser per i suoi scritti che presentano scienza, filosofia e spiritualità come espressioni complementari del bisogno dell’umanità di abbracciare il mistero e l’ignoto. Il Laureato del 2018 è stato Sua Maestà il Re Abdullah II di Giordania per i suoi sforzi per promuovere l’Islam che afferma la pace e per cercare l’armonia religiosa all’interno dell’Islam e tra Islam e altre religioni. Altri scienziati che hanno vinto il premio includono Martin Rees (2011), John Barrow (2006), George Ellis (2004), il defunto Freeman Dyson (2000) e Paul Davies (1995).

Francis Collins riceverà ufficialmente il Premio Templeton in una cerimonia virtuale entro la fine dell’anno.

Link Templeton Prize.

Lascia un commento