Svizzera: accordato un contributo per la prospezione al progetto geotermico SIG

Accordato un contributo per la prospezione al progetto geotermico di SIG.

La Confederazione sostiene il progetto di “Prospezione a media profondità” dei Services Industriels de Genève (SIG) con un contributo per la prospezione di 27,5 milioni di franchi, per l’impegno diretto dell’energia geotermica per la produzione di calore. Nel quadro di questo progetto, fino al 2023 saranno effettuate misurazioni geofisiche e pozzi di controllo a media profondità. Lo scopo è acquisire maggiori conoscenze sul sottosuolo ginevrino e individuare nella regione i siti più adatti allo sfruttamento dell’energia geotermica. Il progetto di prospezione fa parte del programma GEothermie 2020 del Cantone di Ginevra, in corso dal 2014 e della cui attuazione è stata incaricata da SIG. Il programma, recentemente rinominato GEothermies, mira a promuovere l’utilizzo dell’energia geotermica, quale risorsa indigena e pulita, rispettando l’ambiente naturale. Entro il 2035, il Cantone di Ginevra punta a produrre il 20 per cento dell’energia termica per il riscaldamento tramite la geotermia.

Durante la fase di prospezione, verrà raccolta una gran mole di dati per migliorare la conoscenza del sottosuolo ginevrino e per consentire l’elaborazione di una cartografia dettagliata. In questo modo sarà possibile individuare su tutto il territorio i siti adatti allo sfruttamento dell’energia geotermica. Se i risultati saranno positivi, l’acqua calda di origine geotermica sarà utilizzata per alimentare reti di teleriscaldamento esistenti e nuove. L’energia geotermica sostituirà i combustibili fossili come fonte di calore e contribuirà quindi in modo significativo – nella misura di almeno 55 000 tonnellate di CO2 all’anno – a ridurre le emissioni di CO2 nel Cantone di Ginevra. Il programma GEothermie 2020 costituisce il quadro di riferimento per questa campagna di prospezione.

Dal 2018 la legge sul CO2 prevede la promozione del impegno diretto della geotermia per la produzione di calore, con il fine ultimo di ridurre le emissioni di CO2 degli edifici. La domanda per un contributo per la prospezione è stata esaminata accuratamente da un gruppo di esperti incaricato dall’Ufficio federale dell’energia (UFE). Considerato il parere degli esperti e vista l’importanza del impegno diretto della geotermia per l’approvvigionamento di calore e per la riduzione delle emissioni di CO2, l’UFE ha ora assegnato alla SIG un contributo per la prospezione di 27,5 milioni di franchi. Il pagamento avverrà gradualmente in funzione dell’avanzamento del progetto.

Link Consiglio Federale Svizzero.

Lascia un commento