Svizzera: il Consiglio federale intende stabilizzare finanziariamente Skyguide

Il Consiglio federale intende stabilizzare finanziariamente Skyguide.

Nella sua seduta del 12 agosto 2020, il Consiglio federale ha deciso che nel 2020 e nel 2021 stanzierà fino a 400 milioni di franchi per sostenere la società per il controllo del traffico aereo Skyguide. Il traffico aereo non può funzionare senza un servizio di controllo. Lo stop al traffico aereo deciso a causa della pandemia di COVID-19 ha provocato un forte calo degli introiti da tasse per Skyguide. La capitalizzazione da parte della Confederazione è vincolata a condizioni.

La pandemia di COVID-19 ha avuto un forte impatto sulle finanze dell’intero settore della navigazione aerea. I voli sugli aeroporti svizzeri sono stati ridotti di oltre il 95 per cento e ciò ha avuto delle conseguenze sulla società per il controllo del traffico aereo. Skyguide sorveglia lo spazio aereo svizzero in ambito militare e civile ed è di proprietà della Confederazione. Il finanziamento è garantito principalmente dalla riscossione delle tasse per garantire la sicurezza degli avvicinamenti, dei decolli e del sorvolo nello spazio aereo svizzero. La forte diminuzione del traffico riduce notevolmente gli introiti e da agosto o settembre 2020 Skyguide avrà verosimilmente problemi di liquidità.

Per gli anni 2020 e 2021 Skyguide stima perdite complessive pari a circa 400 milioni di franchi. Il capitale proprio della società anonima, che alla fine del 2019 ammontava a circa 320 milioni, andrebbe completamente perso. Attualmente, vi è ancora molta incertezza sul ritmo della ripresa del traffico aereo. Inoltre, non è chiaro se verrà trovato un accordo a livello europeo per ripartire le perdite legate ai servizi di sicurezza aerea tra le compagnie aeree e gli stessi fornitori di servizi (ripartizione dei rischi).

Per stabilizzare la situazione finanziaria di Skyguide nel 2020 e 2021, sono necessari fino a 400 milioni di franchi. Nell’ambito della seconda aggiunta B al preventivo 2020 il Consiglio federale chiede al Parlamento un apporto di capitale di 150 milioni e con un ulteriore annuncio a complemento del preventivo 2021 chiede altri 250 milioni. Tuttavia, si deciderà solo l’anno prossimo sulla base di informazioni attuali, se per i 250 milioni si attingerà dal capitale proprio, se parte dei fondi sarà concessa sotto forma di prestito o se sarà sufficiente un importo inferiore grazie alla ripartizione dei rischi.

Il sostegno finanziario della Confederazione sarà accordato a condizione che Skyguide attui delle misure di risparmio che riducano il fabbisogno di liquidità. Skyguide ha già adottato misure che tra il 2020 e il 2024 porteranno a uno sgravio compreso tra 90 e 100 milioni di franchi. Sono in particolare previsti il temporaneo congelamento dei salari e l’aumento dell’efficienza dei progetti di digitalizzazione. Inoltre, negli obiettivi strategici 2020–2023, il Consiglio federale ha incaricato Skyguide di innalzare in modo adeguato l’età di pensionamento dei controllori del traffico aereo. Il Consiglio federale si aspetta che entro la fine del 2021 i sindacati e Skyguide presentino un piano comune per l’innalzamento dell’età di pensionamento dei controllori del traffico aereo da 56 anni ad almeno 60 anni, allo scopo di sgravare a lungo termine le finanze di Skyguide.

Conformemente all’accordo sul trasporto aereo con l’Unione europea, Skyguide può utilizzare le risorse della Confederazione solo per adempiere compiti sovrani e fornire servizi di sicurezza aerea civile e militare.

Link Consiglio Federale Svizzero.

Lascia un commento