Svizzera: consultazione sul nuovo codice della strada

Il Consiglio federale invia in consultazione il pacchetto di revisione sul codice della strada.

In occasione della seduta del 12 agosto 2020, il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione per la revisione parziale della legge sulla circolazione stradale (LCStr), della legge sulle multe disciplinari (LMD) e di otto ordinanze. L’Esecutivo punta ad aumentare la sicurezza per gli utenti di biciclette elettriche, promuovere tecnologie ecologiche e migliorare il quadro giuridico per la guida autonoma. Saranno inoltre attuati i mandati assegnati dal Parlamento, fra cui la richiesta di adeguamento delle mi-sure «Via sicura».

Nella sua seduta del 12 agosto 2020 il Consiglio federale ha inviato in consultazione un pacchetto di revisione che include l’adeguamento delle leggi sulla circolazione stradale e sulle multe disciplinari, oltre alla modifica di otto ordinanze.

Sicurezza per le biciclette elettriche.

Negli ultimi anni il numero di incidenti gravi con il coinvolgimento di e-bike è quasi quintuplicato. Per interrompere questa tendenza e prevenire i sinistri, il Consiglio federale intende adottare a livello di ordinanza misure rapidamente implementabili, cioè l’obbligo del casco e dei fari accesi anche di giorno per tutti gli utenti di e-bike. In futuro, inoltre, i modelli più potenti dovranno essere dotati di tachimetro per rispettare esattamente i limiti di velocità.

Promozione delle tecnologie verdi.

Le nuove tecnologie, come una migliore aerodinamica dei veicoli o l’uso della trazione elettrica a batterie o a idrogeno, consentono di ridurre i consumi di carburante e le emissioni di gas-serra nel trasporto merci stradale. Il diritto vigente ostacola tuttavia queste possibilità, poiché l’utilizzo di tecnologie ecologiche si ripercuote negativamente sul carico utile o sul volume di carico dei veicoli. Per questo il Consiglio federale chiede che lunghezze e masse totali consentite di veicoli e combinazioni di veicoli possano essere aumentate di quanto necessario, senza peraltro incrementare la capacità di carico.

Guida autonoma.

I sistemi di assistenza dei veicoli sono in costante miglioramento e in futuro sarà possibile spostarsi in automobile senza dover prestare costantemente attenzione alla strada. Per rispondere con prontezza a questi sviluppi, si vuole introdurre nella legge sulla circolazione stradale (LCStr) la competenza del Consiglio federale di varare regole concrete a livello di ordinanza, fissando nel contempo le condizioni quadro che l’Esecutivo dovrà osservare nell’esercizio dei suoi compiti. La revisione creerà inoltre il contesto giuridico necessario all’Ufficio federale delle strade (USTRA) per autorizzare sperimentazioni di veicoli completamente autonomi sulle strade pubbliche, consentendo in tal modo di raccogliere importanti informazioni.

Adeguamento di Via sicura.

In ottemperanza a un mandato del Parlamento, il Consiglio federale propone inoltre che la revisione della LCStr migliori la proporzionalità delle misure di contrasto alla pirateria stradale del pacchetto «Via sicura», evitando così eccessi di severità indesiderati. Nel singolo caso i tribunali verificherebbero le circostanze concrete e avrebbero la facoltà di decidere liberamente quale sanzione irrogare per lo specifico reato.

La procedura di consultazione durerà fino al 12 dicembre 2020.

Link Consiglio Federale Svizzero.

Link documenti:

Lascia un commento