Svizzera: la COMCO investiga su un eventuale cartello delle imprese commerciali.

La COMCO investiga su un eventuale cartello delle imprese commerciali.

Berna, 03.09.2020 – La Commissione della concorrenza (COMCO) ha aperto un’inchiesta nei confronti di diverse imprese commerciali di vendita all’ingrosso e al dettaglio e MARKANT. Al centro del procedimento vi sono presunte misure restrittive della concorrenza nei confronti di diversi fornitori di beni di consumo corrente.

Molti grossisti e commercianti al dettaglio effettuano le transazioni finanziarie (fatturazione) con i loro fornitori tramite l’impresa MARKANT Handels- und Industriewaren-Vermittlungs AG. Si sospetta che MARKANT insieme a diversi grossisti e commercianti partner (cosiddetti negozi partner) hanno convenuto delle misure volte sollecitare i fornitori di negozi partner ad effettuare la fatturazione tramite MARKANT. Le presunte misure coordinate comprendono in particolare la minaccia di escludere collettivamente i beni di consumo corrente dalla vendita. Si sospetta che le tariffe pagate dai fornitori a MARKANT sono in parte riversate ai negozi partner.

Nel quadro dell’inchiesta, la COMCO dovrà stabilire se le sospette convenzioni costituiscono delle restrizioni illecite alla concorrenza. Con l’apertura del procedimento la COMCO ha condotto delle perquisizioni presso diverse imprese.

Link Consiglio Federale Svizzero.

La COMCO investiga su un eventuale cartello delle imprese commerciali – pdf.

La COMCO investiga su un eventuale cartello delle imprese commerciali

Lascia un commento