La Svizzera svilupperà ulteriormente forme di lavoro flessibili nell’Amministrazione federale

Ulteriore sviluppo delle forme di lavoro flessibili nell’Amministrazione federale.

Nella sua seduta dell’11 settembre 2020 il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale delle finanze – DFF di esaminare in modo più approfondito le possibilità di estendere ulteriormente le forme di lavoro flessibili. L’obiettivo è aumentare l’attrattiva dell’Amministrazione federale quale datore di lavoro e assicurare, anche in futuro, un’organizzazione efficiente che impiega in misura appropriata le risorse, l’infrastruttura e l’informatica.

Sulla scia della digitalizzazione e del mutamento dei valori sociali, le esigenze dei collaboratori e dei datori di lavoro riguardo alle forme di lavoro flessibili, all’informatica e all’infrastruttura sono cambiate notevolmente già negli ultimi anni. La crisi causata dal coronavirus ha dato un importante impulso allo sviluppo di forme di lavoro più flessibili.

Le forme di lavoro flessibili sono molteplici e comprendono, tra l’altro, il telelavoro, la postazione di lavoro classica, il lavoro mobile in spazi condivisi («co-working»), postazioni di lavoro hub, spazi che possono essere adattati alle esigenze del team o, in generale, il lavoro mobile senza un luogo di lavoro o un orario fisso. Lo scopo è, da un lato, offrire ai collaboratori condizioni quadro flessibili e un ambiente di lavoro stimolante. Dall’altro, si intende aumentare l’efficacia e l’efficienza nell’Amministrazione federale, promuovere metodi di lavoro agili nonché sfruttare al meglio le risorse e l’infrastruttura disponibili. L’adempimento dei compiti rimane sempre al centro delle priorità.

Il Consiglio federale ha incaricato il DFF, in qualità di dipartimento responsabile dei compiti trasversali, di fare il punto della situazione e di elaborare entro il primo trimestre del 2021 una proposta per lo sviluppo di forme di lavoro flessibili e adeguate alle esigenze future. Per garantire un approccio integrale, oltre alle necessarie condizioni quadro, l’analisi del DFF terrà anche conto di altri ambiti quali la cultura aziendale e dirigenziale, il diritto del personale, la protezione della salute, la sicurezza dei dati, gli spazi di lavoro e l’attrezzatura informatica.

Link Consiglio Federale Svizzero.

Lascia un commento