Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Salute e benessere, Scienza, innovazione, salute

Il Consiglio federale svizzero presenta i criteri di autorizzazione per i medici

Svizzera: il Consiglio federale presenta i criteri di autorizzazione per i medici.

In futuro il fabbisogno di medici dovrà orientarsi a un livello di copertura regionale. Nella sua seduta del 4 novembre 2020, il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione concernente la modifica dell’ordinanza sull’assicurazione malattie (OAMal) e di altre ordinanze per l’attuazione della revisione della LAMal «Autorizzazione dei fornitori di prestazioni». La revisione permette ai Cantoni di disciplinare il numero dei medici mediante uno strumento duraturo, con il quale potranno evitare prestazioni sanitarie eccedentarie e contenere l’aumento dei costi.

Nella sessione estiva di quest’anno, il Parlamento ha adottato una nuova soluzione a tempo indeterminato per l’autorizzazione dei medici che possono fatturare a carico dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS). In futuro i Cantoni potranno determinare essi stessi se intendono limitare il numero dei medici per campo di specializzazione o in determinate regioni. Al riguardo il Consiglio federale deve stabilire i criteri e i principi metodologici. La proposta posta oggi in consultazione prevede che la fissazione di questi numeri massimi si basi sulla rilevazione di un livello di copertura regionale. In tal modo i Cantoni ricevono uno strumento che permette loro di coordinare meglio la domanda e l’offerta di prestazioni mediche.

Nuovi requisiti di qualità

In futuro i Cantoni saranno competenti per l’autorizzazione di tutti i fornitori di prestazioni nel settore ambulatoriale. Il progetto posto in consultazione aumenta i requisiti di qualità. I medici che intendono svolgere la loro attività a carico dell’AOMS devono aver lavorato per almeno tre anni in un centro svizzero di perfezionamento riconosciuto nella specialità per la quale hanno presentato la domanda. Inoltre devono affiliarsi a una cartella informatizzata del paziente e disporre delle conoscenze linguistiche necessarie, il cui livello è ora fissato dal Consiglio federale nell’ordinanza sull’assicurazione malattie. Per permettere ai Cantoni uno scambio di informazioni sui fornitori di prestazioni autorizzati, il Consiglio federale propone un’ordinanza sul registro dei fornitori di prestazioni AOMS.

Il Consiglio federale adegua le relative ordinanze

L’attuazione di questa revisione della LAMal implica una modifica dell’ordinanza sull’assicurazione malattie e dell’ordinanza del DFI sulle prestazioni dell’AOMS. Sono poste in consultazione anche la nuova ordinanza sul registro dei fornitori di prestazioni nel settore ambulatoriale dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie nonché l’ordinanza sulla definizione di limiti massimi per il numero di medici nel settore ambulatoriale.

Le nuove norme per la fissazione dei numeri massimi dovranno entrare in vigore il 1° luglio 2021. Fino ad allora vige un disciplinamento transitorio che consente ai Cantoni di limitare all’occorrenza il numero di medici che esercitano sul loro territorio a carico dell’AOMS. Le restanti disposizioni potranno entrare in vigore in un secondo tempo.

Link Consiglio Federale svizzero.

Links Documenti:

Lascia una risposta