Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Ambiente

Svizzera: Constructive Alps 2020, edilizia alpina di qualità nel rispetto del clima

Svizzera: Constructive Alps 2020, edilizia alpina di qualità nel rispetto del clima.

Il 6 novembre 2020 la Svizzera e il Liechtenstein assegneranno il premio di architettura «Constructive Alps» per le ristrutturazioni e le costruzioni sostenibili nelle Alpi. Il premio, giunto alla sua quinta edizione, andrà ai 10 progetti che si sono particolarmente distinti tra i 328 presentati.

Il riconoscimento della giuria di «Constructive Alps» va a 10 progetti i cui architetti hanno prestato particolare attenzione alla conservazione delle risorse naturali e al rispetto delle tradizioni dell’edilizia alpina. Gli edifici sono esempi di come l’architettura possa coniugare l’estetica e il rispetto consapevole del clima. I primi tre premi, che si dividono la somma di 50 000 franchi, sono stati assegnati a un istituto agrario nel Cantone di San Gallo, a un capannone nel Vorarlberg e a un rifugio di montagna nel Cantone di Glarona. Per la prima volta anche il pubblico ha potuto eleggere il suo progetto preferito.

Il primo premio va all’istituto agrario di Salez, Cantone di San Gallo, realizzato nel 2019. Insieme all’architetto Andy Senn, il Cantone ha fissato nuovi standard in materia di efficienza climatica. L’edificio ha convinto la giuria, perché attua in maniera coerente e intelligente il principio della “Low-Tech”, un metodo di costruzione possibilmente semplice e per una lunga durata dell’opera. Il secondo premio è andato al capannone della falegnameria Kaufmann a Reuthe, nel Vorarlberg, costruito nel 2017.

L’edificio, situato ai margini del Bregenzerwald, poggia su colonne di cemento e consta di capriate in legno di faggio. L’insolita struttura portante rende possibile la forma piatta dell’edificio ed è un esempio di edilizia in legno di elevata qualità in un regione alpina. La giuria ha assegnato il terzo premio al rifugio alpino “Ortstockhaus” di Braunwald. Il rifugio, progettato dall’architetto glaronese Hans Leuzinger nel 1931, è considerato un’icona della modernità nelle Alpi. Durante i lavori di ristrutturazione, gli architetti hanno prestato molta attenzione all’edificio, che è protetto come monumento storico. È stato realizzato così un modello di turismo sostenibile a 1772 metri sul livello del mare.

Questi i riconoscimenti e il progetto preferito dal pubblico

Riconoscimenti

  • Gemeinschaftshaus St. Ursula, Briga / CH
  • Gasthaus Hergiswald, Kriens / CH
  • Oeconomiegebäude Josef Weiss, Dornbirn / AT
  • Gugg-Hof, Brannenburg / DE
  • Contrada Bricconi, Oltressenda Alta / IT
  • Immeuble Le Solaris, Grenoble / FR
  • Bergkapelle Kendlbruck, Ramingstein / AT

Edificio preferito dal pubblico: Centro Congressi, Agordo / IT

10 anni di «Constructive Alps»

Il 24 novembre 2020 avrà inizio la mostra «Constructive Alps – Bauen fürs Klima», che sarà ospitatata dal Museo alpino di Berna fino alla fine di maggio 2021*. In occasione del decimo anniversario di «Constructive Alps», la mostra presenta non solo i progetti finalisti e quelli premiati, ma anche esempi di particolare nota delle precedenti edizioni del concorso. Inoltre, il 9 e 10 giugno del prossimo anno, nel quadro della presidenza svizzera della Convenzione delle Alpi, si terrà a San Gallo un convegno sul risanamento e l’edilizia sostenibili.

*A causa della pandemia queste date possono subire cambiamenti. Per ulteriori informazioni, si prega di consultare il sito web del Museo alpino.

«Constructive Alps 2020» rappresenta un contributo della Svizzera e del Liechtenstein all’attuazione della Convenzione delle Alpi e del Piano d’azione per il clima. La Convenzione delle Alpi è il primo trattato internazionale vincolante per lo sviluppo sostenibile di una regione di montagna. Gli otto Paesi alpini e l’Unione europea hanno adottato insieme un Piano d’azione per il clima, grazie al quale le Alpi diventano una regione modello per la protezione del clima e l’adattamento ai cambiamenti climatici. Nel 2021 e 2022 la Svizzera assumerà la presidenza della Convenzione delle Alpi Durante la presidenza del nostro Paese, temi quali il clima, la mobilità sostenibile, la politica di trasferimento del traffico e le città alpine saranno prioritari e la cooperazione nella regione alpina sarà rafforzata.

Link Consiglio Federale svizzero.

Links Documenti:

Lascia una risposta