Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Tv, radio, web

Gestione del dominio Internet .ch: prorogato di 5 anni il contratto con Switch

Gestione del dominio Internet .ch: prorogato di 5 anni il contratto con Switch

L’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) proroga di cinque anni il contratto di diritto pubblico stipulato con Switch nel 2016 per la gestione del dominio Internet .ch (funzione di gestore del registro). Il nuovo contratto, firmato il 10 dicembre 2020, comprende prestazioni supplementari tese a rafforzare ulteriormente la sicurezza del dominio .ch e la lotta contro la criminalità informatica. Entrerà in vigore il 1° gennaio 2022 per cinque anni.

Con la proroga di cinque anni del contratto esistente, che scade il 31.12.2021, Switch è chiamato a gestire la banca dati nazionale dei nomi di dominio .ch e a garantire l’interconnessione elettronica con il sistema mondiale dei nomi di dominio (DNS) sino alla fine del 2026.

Sicurezza e lotta contro la criminalità informatica: due punti di rilievo

Per rafforzare ulteriormente la sicurezza dei nomi di dominio .ch e la lotta contro la criminalità informatica, l’UFCOM ha introdotto nuove esigenze nel capitolato d’oneri di Switch.

L’Ufficio desidera in particolare accelerare l’adozione e l’attuazione di standard tecnici di sicurezza da parte dei centri di registrazione e dei fornitori di hosting. Un campo in cui la Svizzera si trova in fondo alla classifica (ad es. soltanto il 6% dei nomi di dominio .ch registrati sono firmati secondo lo standard DNSSEC). Per migliorare questa situazione, l’UFCOM sostiene l’attuazione, da parte di Switch, di un programma che prevede incentivi finanziari per incoraggiare i centri di registrazione e i fornitori di hosting a offrire sufficienti garanzie in materia di sicurezza.

Il gestore del registro Switch e le autorità saranno tenuti a collaborare più strettamente per migliorare la lotta contro la criminalità informatica. Introdurranno misure volte a garantire che, in caso di sospetto di intenzione fraudolenta, i nomi di dominio appena registrati possano essere utilizzati solo a seguito di un controllo dell’identità. Avvieranno campagne di prevenzione tese a sensibilizzare gli utenti al tema della sicurezza in Internet. Infine, Switch sarà incaricato di mantenere l’infrastruttura DNS del dominio .ch ad un elevato livello di sicurezza, in particolare criptando le transazioni concernenti le richieste DNS.

Delega della funzione di gestore del registro

Gli elementi d’indirizzo quali i numeri telefonici o gli indirizzi Internet .ch sono risorse importanti per il nostro Paese. La legge sulle telecomunicazioni ne affida la gestione all’UFCOM, prevede però al contempo la possibilità, in casi particolari, di delegare questo compito a terzi. Switch gestisce il dominio .ch (funzione di gestore del registro) su incarico della Confederazione dal 2003.

In una gara d’appalto pubblica del 2016, Switch si è aggiudicato il mandato per un periodo iniziale di cinque anni (2017-2021) con un’opzione di proroga unica per altri cinque anni. All’epoca Switch si era distinto soprattutto nell’importante ambito della lotta contro la criminalità informatica, rendendo il dominio .ch uno dei più sicuri in Europa. La sua funzione di gestore del registro non gli consente di vendere direttamente indirizzi Internet .ch a clienti finali.