Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Ambiente

Strategia per geoinformazioni interconnesse: il Consiglio federale vuole un accesso semplice per tutti

Strategia per geoinformazioni interconnesse: il Consiglio federale vuole un accesso semplice per tutti.

Nella sua seduta dell’11 dicembre 2020 il Consiglio federale ha approvato la nuova «Strategia per la geoinformazione Svizzera» in cui illustra come intende interconnettere le geoinformazioni attuali e affidabili e renderle accessibili a tutti in modo semplice.

Le decisioni negli ambienti politici ed economici, nella società e nella vita privata dipendono sempre di più dalle geoinformazioni. Il Consiglio federale vuole quindi rendere accessibili a tutti in modo semplice e interconnettere le geoinformazioni affidabili, dettagliate e attuali.

Nell’ambito del piano d’azione «Svizzera digitale» il Consiglio federale ha ora approvato la «Strategia per la geoinformazione Svizzera». La strategia definisce il contributo che la geoinformazione dovrà fornire a favore della digitalizzazione e dello sviluppo sostenibile della Svizzera. Con l’interconnessione e la georeferenziazione di informazioni, nella sua strategia il Consiglio federale persegue l’intento di creare geoconoscenze digitali basate sui fatti che permettano di prendere decisioni durature a favore di una Svizzera accogliente, aperta e all’avanguardia.

Creazione di geopiattaforme digitali

La strategia vincolante per Confederazione e Cantoni si fonda sulle attuali infrastrutture di geodati messe a disposizione congiuntamente. Nei prossimi anni saranno ulteriormente sviluppate e rafforzate grazie a una stretta collaborazione tra autorità, economia, comunità scientifica e popolazione.

Un obiettivo importante è la creazione di geopiattaforme digitali performanti, sulle quali i dati dovranno essere generati, interconnessi e condivisi in modo automatizzato. Grazie al collegamento intelligente si creano nuove conoscenze e quindi basi e supporti decisionali importanti per gestire il nostro spazio vitale. Le geoinformazioni dovranno poter essere integrate semplicemente nei processi aziendali e di tutti i giorni attraverso interfacce tecniche intuitive.
La nuova strategia prevede inoltre di promuovere conoscenze tecniche e competenze specifiche nella scienza dei geodati affinché nuove idee, approcci e concetti possano essere collaudati e successivamente introdotti.

Il primo piano d’azione previsto per il 2021

La «Strategia geoinformazioni Svizzera» è stata elaborata congiuntamente, sotto la direzione dell’Ufficio federale di topografia, dalle autorità di tutti i livelli amministrativi nonché dall’economia e dalla comunità scientifica. Responsabile dell’attuazione è l’organo di coordinamento per la geoinformazione della Confederazione in collaborazione con la Conferenza dei direttori delle pubbliche costruzioni, della pianificazione del territorio e dell’ambiente (DCPA). L’attuazione sarà coadiuvata dalle rispettive segreterie con il coinvolgimento di Comuni e Cantoni.

Quale strumento per l’attuazione della nuova strategia sarà preparato un piano d’azione con obiettivi d’attuazione e provvedimenti. Il piano d’azione sarà adeguato annualmente e autorizzato dall’organo di coordinamento per la geoinformazione della Confederazione e la DCPA. Questo modo di procedere crea la necessaria flessibilità per un’attuazione riuscita della strategia. Si stanno valutando modifiche di legge, che dovranno eventualmente essere avviate, per garantire la certezza del diritto e la protezione degli investimenti a lungo termine. Un primo piano d’azione è previsto per il 2021. L’organo di coordinamento per la geoinformazione della Confederazione fa rapporto annualmente al DDPS.

Immagine: opera di Paolo Centofanti.