Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Istituzioni e Diritti

Svizzera: consultazione gratuita dei documenti ufficiali

Consiglio Federale svizzero: consultazione gratuita dei documenti ufficiali.

Per principio, la consultazione di documenti ufficiali deve essere gratuita. Come sottolineato nel suo parere dell’11 dicembre 2020, il Consiglio federale sostiene il progetto elaborato dalla Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale (CIP-N) sulla base dell’iniziativa parlamentare 16.432 «Disciplinamento degli emolumenti. Principio della trasparenza nell’Amministrazione federale».

In virtù della legge sulla trasparenza (LTras), dal 2006 chiunque può chiedere l’accesso a documenti ufficiali senza dover dimostrare un interesse particolare. Secondo il diritto in vigore, il richiedente deve versare un emolumento. Nella prassi, tuttavia, nella maggior parte dei casi l’Amministrazione federale rinuncia a fatturare la prestazione. Il Consiglio federale sostiene pertanto la proposta della CIP-N di rendere gratuita la consultazione dei documenti ufficiali.

La gratuità rafforza il principio della trasparenza

Il principio della trasparenza costituisce la base per la partecipazione della popolazione alla formazione della volontà democratica e mira a garantire la fiducia nello Stato. L’accesso ai documenti ufficiali deve quindi essere agevolato il più possibile. Il Consiglio federale condivide l’opinione della CIP-N, secondo cui un accesso essenzialmente gratuito e non vincolato a condizioni soddisfa questa esigenza.

D’altro canto ritiene appropriato che, in caso di domande d’accesso particolarmente onerose, ossia che causano alle autorità un importante carico di lavoro supplementare, si possa in via eccezionale richiedere un emolumento. A tal proposito, il Consiglio federale sostiene la proposta della minoranza I della CIP-N di rinunciare a fissare nella legge un emolumento massimo e di delegare all’Esecutivo la competenza di stabilire, secondo le regole generali per la riscossione di emolumenti, le tariffe per il trattamento di domande particolarmente onerose.