Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Economia e lavoro, Lavoro e professioni

Non ci fermiamo, perché il mobbing non finisce nemmeno in queste emergenze mondiali

Pure in questo drammatico periodo siamo costretti a non fermarci, perché il mobbing non finisce nemmeno in emergenze drammatiche come questa.

Continuiamo a parlare della nostra lotta civile, per una adeguata Legge anti mobbing, e a portarla avanti, perché purtroppo i mobber non si fermano nemmeno in questi casi. E sappiamo da vari fonti che c’è persino chi vorrebbe utilizzare questa drammatica situazione per colpire meglio i lavoratori. Già vittime di distonie organizzative, e di colleghi o responsabili inadeguati, e senza etica né morale. Che non si fermano appunto nemmeno in queste situazioni.

Continuiamo a lottare, solidali in questa emergenza. Questo il link per chi volesse firmare la Petizione per una adeguata Legge contro mobbing e mobber e a sostegno delle vittime, su Change.org: Legge contro mobbing e mobber e a sostegno delle vittime.

Aggiornamento: segnaliamo e vi invitiamo a firmare pure le parallele connesse Petizioni:

Paolo Centofanti, direttore edtoriale e responsabile innovazione e sviluppo Comunicatitematici.ch. Direttore Fede e Ragione, direttore SRM – Science and Religion in Media.