Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Istituzioni e Diritti

Svizzera: il servizio di sorveglianza della polizia aerea

In Svizzera attivo servizio di polizia aerea 24 ore su 24.

Dal 31 dicembre due aerei da combattimento armati saranno pronti all’impiego in maniera permanente, vale a dire 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Il progetto Polizia aerea 24 (PA24) è stato realizzato con successo entro i termini fissati. Il servizio di polizia aerea provvederà 24 ore su 24 alla sicurezza e alla sovranità nello spazio aereo svizzero. Il progetto PA24 ha preso forma sulla base della mozione del consigliere agli Stati Hans Hess e della rispettiva decisione parlamentare. Con questo progetto è stata raggiunta in quattro tappe una prontezza permanente al decollo e all’impiego di due velivoli da combattimento armati entro 15 minuti al massimo.

Video: Air Policing Polizia Aerea Svizzera

Video: SPHAIR LPD Polizia Aerea Svizzera

La prima fase ha avuto luogo a partire dal 2016: per 50 settimane i due aerei sono stati pronti al decollo nei giorni feriali dalle 8.00 alle 18.00. Nel 2017 la prontezza è stata ampliata a 365 giorni all’anno. Dall’inizio del 2019 i jet sono pronti al decollo dalle 6.00 alle 22.00 e alla fine del 2020 la prontezza all’impiego verrà ora estesa a 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno. 15 «Hot Missions» e 290 «Live Missions» nel 2020 I due F/A-18 armati sono impiegati principalmente per le cosiddette «hot mission» e «live mission».

Nel caso delle prime si tratta di impieghi di pronto intervento determinati dalla presenza di velivoli che violano la sovranità sullo spazio aereo svizzero o che contravvengono in modo grave alle regole del traffico aereo. Le «live mission» sono invece controlli a campione di aeromobili di Stato stranieri che possono sorvolare la Svizzera solo con un’autorizzazione diplomatica (diplomatic clearance).

Finora, nel 2020, grazie a PA24 è già stato possibile svolgere 15 «hot mission» e 290 «live mission» fornendo così un contributo essenziale alla sicurezza e alla sovranità nello spazio aereo svizzero. Ampliata la prontezza della flotta La sede principale del servizio di polizia aerea permanente, che con l’attuazione del progetto PA24 in futuro sarà denominato «Quick Reaction Alert (QRA)», è l’aerodromo militare di Payerne.

In circostanze particolari (per esempio in caso di chiusura della pista a Payerne per lavori di risanamento) gli impieghi di polizia aerea si svolgono alternativamente a partire da Emmen o Meiringen. Visto che ora in base agli orari di prontezza PA24 il personale tecnico (p. es. meccanici d’aeroplani) è a disposizione 24 ore su 24 per la prontezza d’allarme, è possibile svolgere ulteriori lavori di manutenzione alla flotta di F/A-18 al di fuori degli orari di esercizio ordinari.

Grazie a questa sinergia, la prontezza della flotta viene ora aumentata costantemente a vantaggio dell’istruzione e della prontezza all’impiego delle Forze aeree. Per l’ampliamento completo della prontezza alla fine del 2020 si sono resi necessari circa 100 posti di lavoro supplementari presso le Forze aeree, la Base logistica dell’esercito e la Base d’aiuto alla condotta. I costi aggiuntivi generati si aggirano attorno ai 30 milioni di franchi all’anno.

Tale importo comprende principalmente i costi del personale nonché le spese per il controllo del traffico aereo e le spese d’esercizio. Con il progetto PA24/QRA, se necessario in futuro saranno possibili movimenti di volo – inclusi quelli supersonici – con velivoli da combattimento anche al di fuori degli abituali orari di volo militari finora in vigore. Ciò è necessario per garantire in permanenza la sicurezza nello spazio aereo ed esercitare i diritti sovrani della Svizzera 24 ore su 24.

Link Consiglio Federale svizzero.