Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Economia e lavoro, Lavoro e professioni

Nature: discriminazioni nelle assunzioni online verso individui di minoranze etniche

Discriminazioni nelle assunzioni online verso individui appartenenti a minoranze etniche in Svizzera.

Secondo un documento pubblicato questa settimana su Nature, le persone in cerca di lavoro provenienti da gruppi etnici immigrati e minoritari devono affrontare tassi di contatto inferiori del 4-19% da parte dei reclutatori che utilizzano una piattaforma svizzera di assunzione online. La ricerca trova anche prove di discriminazione basata sul genere.

Donne e individui appartenenti a gruppi etnici minoritari sperimentano risultati negativi sul mercato del lavoro in molte economie del mondo, ma la misura in cui la discriminazione è responsabile di questi effetti e i canali attraverso i quali si verificano è contestata. I test di corrispondenza, in cui i ricercatori inviano CV fittizi identici tranne per l’inclusione di nomi in cerca di lavoro che si ritiene suonino neri contro bianchi, sono un metodo sempre più comune per quantificare la discriminazione nelle pratiche di assunzione; tuttavia, di solito possono concentrarsi solo su poche variabili alla volta.

Dominik Hangartner e colleghi hanno sviluppato un approccio per esaminare la discriminazione nelle assunzioni che combina il monitoraggio del comportamento di ricerca dei reclutatori su un sito Web di lavoro e l’apprendimento automatico per controllare tutte le caratteristiche rilevanti della persona in cerca di lavoro che sono visibili ai reclutatori. Gli autori hanno applicato questo metodo alla piattaforma di reclutamento del servizio pubblico per l’impiego svizzero, che è la piattaforma principale per le persone in cerca di lavoro in Svizzera (l’85% di tutte le persone in cerca di lavoro registrate come disoccupate ha un profilo su questa piattaforma). Gli autori hanno scoperto che, a seconda del loro paese di origine, gli individui di gruppi etnici immigrati e minoritari registrano tassi di contatto inferiori del 4-19% rispetto ai cittadini svizzeri nativi. Le donne registrano tassi di contatto inferiori del 7% nelle professioni dominate dagli uomini e il modello opposto emerge per gli uomini nelle professioni dominate dalle donne.

Gli autori concludono che il loro approccio può fornire uno strumento economico e non intrusivo che ricercatori e responsabili politici possono utilizzare per monitorare la discriminazione nelle assunzioni e informare le strategie per contrastarla.

Articolo: Monitoring hiring discrimination through online recruitment platforms. 
Monitoraggio della discriminazione nelle assunzioni attraverso piattaforme di reclutamento online. DOI 10.1038 / s41586-020-03136-0. Link Nature.

Credits immagine:

Foto di cottonbro,  da  Pexels.