Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Economia e lavoro

Christine Egerszegi alla guida della commissione di esperti sul servizio postale universale

Svizzera

Christine Egerszegi alla guida della commissione di esperti sul servizio postale universale.

Berna, 18.03.2021 – Il 20 gennaio 2021 il Consiglio federale ha incaricato il DATEC e il DFF (AFF) di elaborare entro la fine dell’anno proposte concrete per l’ulteriore sviluppo del servizio universale nel settore dei servizi postali e del traffico dei pagamenti. A questo scopo è stato istituito un gruppo di esperti indipendente con il compito di preparare le basi e proposte concrete per il dibattito politico. Il DATEC e il DFF hanno affidato a Christine Egerszegi, ex consigliera agli Stati del Cantone di Argovia, la guida di questo gruppo di esperti e hanno scelto anche gli altri membri.

Con la legislazione sulle poste la Confederazione assicura la fornitura del servizio universale nei settori dei servizi postali e del traffico dei pagamenti. Da quando, nel 2010, la legislazione postale è stata sottoposta a una revisione totale, la crescente digitalizzazione ha modificato fortemente il contesto tecnologico e i bisogni della clientela. La quantità di lettere spedite, ad esempio, ha continuato a diminuire, come pure i pagamenti eseguiti allo sportello. Per contro la quantità di pacchetti inviati è aumentata fortemente a causa dell’e-commerce. Nel 2000, anno del Coronavirus, queste tendenze si sono accentuate. La Posta deve finanziare in modo autonomo il servizio universale, ma il calo delle entrate mette a rischio l’autofinanziamento a medio termine.

Sulla base degli esiti della consultazione il 20 gennaio 2021 il Consiglio federale ha deciso di integrare al progetto «Revisione parziale della legge sull’organizzazione della Posta» un elemento essenziale: l’ingresso di PostFinance nel mercato creditizio e ipotecario deve essere accompagnato dalla cessione della partecipazione maggioritaria della Posta (e quindi indirettamente della Confederazione) in PostFinance. La privatizzazione di PostFinance significa nel contempo il suo scorporo dal gruppo Posta. Gli stretti legami e la collaborazione oggi esistenti tra PostFinance e le altre società del gruppo Posta nell’ambito della fornitura del servizio universale (servizi postali e traffico dei pagamenti) devono essere opportunamente adeguati, al più tardi contestualmente alla cessione della partecipazione maggioritaria. Ciò richiede una revisione delle disposizioni sul servizio universale contenute nella legge sulle poste (LPO).

Rapporto entro la fine del 2021

Per preparare le basi necessarie all’imminente dibattito politico sul servizio universale del futuro, il DATEC e l’AFF hanno istituito una commissione di esperti interdisciplinare e indipendente. La commissione ha ricevuto l’incarico di presentare entro la fine del 2021 un rapporto contenente le proprie considerazioni sull’argomento. L’attenzione è rivolta alle seguenti domande: cosa comprenderà il servizio universale del futuro nel settore dei servizi postali e del traffico dei pagamenti? come verrà garantito e come verrà finanziato questo servizio universale?

La commissione di esperti sarà guidata da Christine Egerszegi. L’ex consigliera agli Stati ed ex consigliera nazionale nonché ex presidente del Consiglio nazionale, originaria del Cantone di Argovia, ha fatto parte delle Camere federali dal 1995 al 2015. Esperta di politica, conosce molto bene anche il dossier postale grazie alla sua lunga attività come membro della Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni (CTT). Egerszegi possiede inoltre una comprovata esperienza nella guida di commissioni di esperti. Da quando ha lasciato il Consiglio degli Stati presiede, tra l’altro, la Commissione federale della previdenza professionale (Commissione LPP).

La commissione di esperti sul servizio postale universale è composta dai seguenti membri:

  • Christine Egerszegi, presidente, ex consigliera agli Stati del Cantone di Argovia
  • Alenka Bonnard, co-direttrice e co-fondatrice dello staatslabor
  • Dr. Joël Luc Cachelin, CEO Wissensfabrik
  • Dr. Katia Delbiaggio, docente di economia nazionale e regionale presso l’Institut für Betriebs- und Regionalökonomie dell’Università di Lucerna
  • Karin Frick, responsabile Research e membro del comitato direttivo del Gottlieb Duttweiler Institut (GDI)
  • Prof. Clémence Grisel Rapin, professoressa ordinaria di diritto amministrativo, Università di Friburgo
  • Prof. Erik Hofmann, professore titolare di Operations Management, Institute of Supply Chain Management, Università di San Gallo
  • Dr. Esther Schlumpf, capoprogetto presso Regions- und Wirtschaftszentrum Oberwallis
  • Hans Werder, ex segretario generale DATEC

La commissione inizierà la sua attività nei prossimi giorni.

La commissione coinvolgerà a tempo debito nel proprio lavoro le associazioni interessate.