Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Religione

L’Assistenza spirituale dell’esercito amplia i suoi partenariati

Esercito Svizzero Compagnia

L’Assistenza spirituale dell’esercito amplia i suoi partenariati.

Berna, 29.03.2021 – L’Assistenza spirituale dell’esercito è confrontata nell’esercito di milizia con un’immagine riflessa della società. Per poter affrontare adeguatamente tale diversità, continua a percorrere la strada intrapresa e stipula nuovi accordi di partenariato con la Federazione svizzera delle comunità israelite (FSCI) come pure con la Federazione delle organizzazioni islamiche svizzere (FOIS).

L’Assistenza spirituale dell’esercito stipula un accordo di partenariato con la Federazione svizzera delle comunità israelite (FSCI) come pure con la Federazione delle organizzazioni islamiche svizzere (FOIS). L’obiettivo di questi accordi di partenariato è quello di creare insieme un valore aggiunto a favore dei militari che nella loro diversità rappresentano un’immagine riflessa della società.

In tal modo, tutte le parti coinvolte dimostrano chiaramente che nell’ambito dell’assistenza spirituale ai militari valgono per tutte le comunità religiose le medesime regole, che si fondano sulle basi elaborate dall’esercito. Sia la FSCI che la FOIS hanno discusso approfonditamente in merito a queste basi tra le loro file e le sostengono con convinzione.

Con questi nuovi accordi di partenariato l’esercito mostra che l’aiuto spirituale alla truppa gode di un ampio sostegno e che l’Assistenza spirituale dell’esercito è in grado di aiutare tutti i militari in modo adeguato e competente. L’Assistenza spirituale dell’esercito applica nelle proprie file i principi di diversità e inclusione: cappellani militari provenienti da contesti molto diversi e impegnati per i medesimi valori li vivono in prima persona.

Nel mese di marzo 2020, con le Istruzioni concernenti l’assistenza, l’aiuto e il sostegno da parte dell’Assistenza spirituale dell’esercito, il capo dell’esercito ha posto le basi affinché l’Assistenza spirituale dell’esercito possa concludere accordi di partenariato con Chiese e comunità religiose, nella misura in cui queste siano disposte a condividere totalmente le basi e il modo di lavorare dell’Assistenza spirituale dell’esercito. La collaborazione viene approfondita su questa base. Le esperienze vissute a partire dall’ultimo anno confermano che la strada intrapresa è giusta e che deve ancora essere seguita.

Immagine: cortesia Mediathek Confederazione Svizzera

  • Prodotto 11.01.2016
  • Copyright VBS/DDPS
  • Diritti d’autore Nicola Pitaro
  • Numero di produzione 6433
  • autorizzazione CC BY-NC-ND