Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Istituzioni e Diritti

Il consigliere federale Ignazio Cassis riceve a Berna il ministro degli esteri del Burundi

Consigliere Federale Ignazio Cassis

Il consigliere federale Ignazio Cassis riceve a Berna il ministro degli esteri del Burundi.

Berna, 03.05.2021 – Il 3 maggio 2021 il consigliere federale Ignazio Cassis ha ricevuto il ministro degli esteri del Burundi Albert Shingiro, in visita di cortesia a Berna. Da tempo la Svizzera si impegna, a livello bilaterale e multilaterale, per la pace e lo sviluppo sostenibile in Burundi. Durante il suo soggiorno a Berna, il ministro degli esteri Albert Shingiro ha quindi incontrato anche il segretario di Stato supplente del DFAE, la direttrice della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e i capi della Divisione Africa e della Divisione Pace e diritti umani.

Il consigliere federale Ignazio Cassis ha approfittato dell’occasione per presentare al ministro degli esteri del Burundi la nuova Strategia Africa subsahariana 2021–2024 del Consiglio federale, per parlare della buona collaborazione a livello bilaterale e multilaterale e per soffermarsi sulla situazione dei diritti umani in Burundi. Il capo del DFAE ha invitato il ministro degli esteri Shingiro ad attuare riforme concrete in questo ambito e ha ribadito la volontà della Svizzera di sostenere il Burundi nei suoi sforzi.

La Svizzera è attiva in Burundi nel quadro del programma di cooperazione per la regione dei Grandi Laghi, che si concentra sulla cooperazione allo sviluppo, sull’aiuto umanitario e sulla promozione della pace. Nel Paese africano la Svizzera sostiene anche progetti che mirano a promuovere lo sviluppo economico e la formazione professionale, a migliorare la salute e il buongoverno, a prevenire conflitti e a combattere la violenza contro le donne.

In qualità di presidente della Riunione specifica sul Burundi della Commissione dell’ONU per il consolidamento della pace, la Svizzera si impegna dal 2009 per un sostegno coerente in Burundi da parte della comunità internazionale. Coordinando i suoi strumenti di politica estera, la Svizzera non solo promuove il rispetto dei diritti umani ma contribuisce anche, nella sua importante funzione di mediatrice, alla riconciliazione, allo sviluppo sostenibile e alla lotta contro la povertà in Burundi.

Vari aspetti della cooperazione bilaterale e multilaterale della Svizzera con il Burundi sono stati approfonditi nel quadro di un incontro di lavoro tra il ministro degli esteri Shingiro e il segretario di Stato supplente del DFAE Johannes Matyassy, la direttrice della DSC Patricia Danzi, il capo della Divisione Africa Siri Walt e il capo della Divisione Pace e diritti umani Simon Geissbühler.

L’Africa subsahariana è una delle regioni prioritarie della Strategia di cooperazione internazionale 2021–2024 e, nella Strategia di politica estera 2020-2023, il Consiglio federale ha inserito la pace e la sicurezza, la prosperità e la sostenibilità tra le priorità per la regione.

Il ministro degli esteri del Burundi è stato ricevuto il 3 maggio a Berna, nell’ambito di un viaggio che dal 26 aprile lo ha portato a visitare varie capitali europee.