Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Istituzioni e Diritti

Il consigliere federale Ueli Maurer in visita di lavoro dal ministro delle finanze sloveno Andrej Sircelj

Svizzera: il Consigliere federale Ueli Maurer

Il consigliere federale Ueli Maurer in visita di lavoro dal ministro delle finanze sloveno Andrej Sircelj.

Berna, 28.05.2021 – Il 28 maggio 2021 il consigliere federale Ueli Maurer si è recato a Lubiana dal suo omologo sloveno Andrej Sircelj per una visita di lavoro. L’incontro verterà su temi che riguardano le relazioni bilaterali tra la Svizzera e l’UE in ambito finanziario e fiscale. È inoltre prevista una visita di cortesia al presidente della Repubblica di Slovenia Borut Pahor e la visita al Centro internazionale di ricerca per l’intelligenza artificiale (IRCAI).

La visita avviene nel contesto della futura presidenza slovena del Consiglio dell’UE, che inizierà il 1° luglio 2021. Questi incontri si svolgono regolarmente al fine di discutere le priorità e le posizioni del Paese che si appresta ad assumere la presidenza del Consiglio europeo. Danno inoltre la possibilità di approfondire le relazioni bilaterali in ambito economico e finanziario.

Uno dei punti di discussione tra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro delle finanze Andrej Sircelj concernerà la pandemia di COVID-19, le relative conseguenze così come i provvedimenti previsti dall’UE. Ulteriori temi saranno le questioni bilaterali con l’UE nel settore dei mercati finanziari quali l’equivalenza delle borse nonché temi fiscali come l’imposizione dell’economia digitale e lo scambio di informazioni a fini fiscali.

A margine dell’incontro verrà anche colta l’occasione di visitare il Centro internazionale di ricerca per l’intelligenza artificiale (IRCAI), recentemente istituito a Lubiana sotto l’egida dell’UNESCO. L’attività del Centro ruota attorno alla domanda su come sfruttare al meglio l’intelligenza artificiale valorizzandone i vantaggi e riducendone i rischi. Il capodipartimento Ueli Maurer è accompagnato da Dirk Lindemann, direttore dell’Ufficio federale dell’informatica e della telecomunicazione (UFIT).