Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Economia e lavoro, Lavoro e professioni

Svizzera: Coronavirus, stato delle uscite a fine giugno

Svizzera

Confederazione Svizzera: Coronavirus, stato delle uscite a fine giugno.

Berna, 30.06.2021 – Il 30 giugno 2021 il Consiglio federale è stato informato sullo stato attuale delle uscite legate al coronavirus. Per attenuare le conseguenze della pandemia di COVID-19, finora la Confederazione ha deciso uscite per quasi 40 miliardi di franchi. Rispetto al mese precedente le uscite rimangono invariate.

La Confederazione ha adottato ampie misure per far fronte alla pandemia di COVID-19. Nel 2020 le uscite complessive sono ammontate a 15 miliardi di franchi. Per l’anno in corso, finora Consiglio federale e Parlamento hanno previsto ulteriori uscite pari a 24,4 miliardi.

Si tratta prevalentemente di misure per i casi di rigore a favore delle imprese (8,2 mia.), indennità per lavoro ridotto (6 mia.), indennità di perdita di guadagno (3,1 mia.) e costi dei test COVID-19 (2,4 mia.).

Finora nel 2021 sono stati utilizzati 5,3 miliardi di franchi delle uscite stanziate (22 %). L’onere maggiore riguarda l’indennità per lavoro ridotto (3 mia.) e l’indennità di perdita di guadagno (1,2 mia.). Per quanto attiene agli aiuti per i casi di rigore, allo stato attuale i Cantoni hanno versato circa 3 miliardi di franchi.

La prima proiezione per il 2021 della Confederazione sarà pubblicata a metà agosto e conterrà informazioni sull’evoluzione delle uscite legate al coronavirus.

Links: