Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Scuola, università, formazione

Diciannove professoresse e professori nominati presso i due Politecnici Federali

Svizzera

Svizzera: 19 professoresse e professori nominati presso i due Politecnici Federali.

Berna/Zurigo, 15.07.2021 – Nella seduta del 14 luglio 2021 il Consiglio dei PF, su richiesta del prof. dott. Joël Mesot, presidente dell’ETH di Zurigo, e del prof. dott. Martin Vetterli, presidente dell’EPFL, ha nominato 7 professoresse e 12 professori, ha assegnato 1 titolo di professore e ha ringraziato i 5 docenti uscenti. Negli ultimi 12 mesi, il Consiglio dei PF ha nominato complessivamente 13 donne e 32 uomini, il che corrisponde a una quota di donne del 29%.

Nuove nomine all’ETH di Zurigo e all’EPFL

La prof.ssa dott.ssa Beate Jessel (*1962), attualmente presidente dell’Ufficio federale per la conservazione della natura a Bonn, in Germania, è nominata professoressa ordinaria di sviluppo paesaggistico presso il Dipartimento di scienze dei sistemi ambientali dell’ETH di Zurigo e presso la Facoltà di costruzione, architettura e ambiente dell’EPFL. Beate Jessel entrerà in carica all’inizio di settembre 2021 come direttrice dell’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL). Con questa funzione, una cattedra è legata all’ETH di Zurigo e all’EPFL. L’attività di ricerca di Beate Jessel è incentrata su concetti e strategie per la conservazione della natura, sviluppo paesaggistico e gestione dell’utilizzo dei terreni, pianificazione orientata all’ecologia, gestione dei bacini fluviali ed estetica del paesaggio.

Nuove nomine all’ETH di Zurigo

Il dott. Máté József Bezdek (*1991), attualmente post-dottorando presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT), negli Stati Uniti, è nominato professore assistente tenure-track di chimica della coordinazione funzionale presso il Dipartimento di chimica e di bioscienze applicate. La ricerca di Máté József Bezdek comprende il design orientato alle funzioni e la sintesi di complessi di coordinazione con inusuali proprietà elettroniche, magnetiche e termochimiche. Il pluripremiato ricercatore si dedicherà presso l’ETH di Zurigo allo sviluppo di metodi che, con l’aiuto della chimica della coordinazione, contribuiscono alla soluzione di questioni particolarmente rilevanti a livello sociale in settori quali i metodi di sintesi sostenibili, la gestione dell’energia e i materiali sensoriali.

La dott.ssa Lana Josipović (*1991), attualmente assistente alla ricerca presso l’EPFL, è nominata professoressa assistente tenure-track di sistemi digitali e automazione del design presso il Dipartimento di tecnologie dell’informazione ed elettrotecnica. La ricerca di Lana Josipović è incentrata su tecniche di sintesi ad alto livello per la produzione automatica di architetture hardware basate sulla programmazione ad alto livello astratta, con particolare attenzione alla flessibilità e alla parallelizzazione. Con la nomina della ricercatrice, insignita di premi a livello internazionale, il Dipartimento di tecnologie dell’informazione ed elettrotecnica potenzia in modo ottimale il campo della tecnica dei collegamenti digitali e delle architetture dei calcolatori. Ne conseguiranno inoltre importanti interazioni e sinergie con il Dipartimento di informatica.

Promozioni all’ETH di Zurigo

Il prof. Arno Brandlhuber (*1964), attualmente professore straordinario presso l’ETH di Zurigo, è nominato professore ordinario di architettura e progettazione presso il Dipartimento di architettura. Arno Brandlhuber è un eccellente architetto a livello tecnico e concettuale di fama internazionale, un teorico dell’architettura e dell’urbanistica, nonché un ottimo docente di progettazione. Il suo approccio basato sui dati mediante la sperimentazione con filmati e documentari amplia da quattro anni l’offerta didattica del Dipartimento di architettura con componenti innovative, preziose e importanti. Il suo palmarès vanta inoltre una serie di significativi progetti e mostre di natura architettonica, tra cui il padiglione tedesco alla Biennale Architettura 2021 di Venezia.

Il prof. Jan De Vylder (*1968), attualmente professore straordinario presso l’ETH di Zurigo, è nominato professore ordinario di architettura e progettazione presso il Dipartimento di architettura. Jan De Vylder si occupa del riutilizzo di materiali ed elementi di edifici esistenti, nonché della trasformazione degli ambienti dal design complesso, un campo che in futuro potrebbe assumere una maggiore importanza. Il ricercatore è molto presente sulla scena internazionale, come dimostrano i numerosi inviti a mostre e conferenze, oltre ai riconoscimenti ricevuti. Grazie alla sua esperienza con gli edifici realizzati, Jan De Vylder può apportare un contributo significativo nel campo «Architecture and Care», un nuovo aspetto strategico sviluppato dal Dipartimento di architettura.

La prof.ssa An Fonteyne (*1971), attualmente professoressa straordinaria presso l’ETH di Zurigo, è nominata professoressa ordinaria di Affective Architectures presso il Dipartimento di architettura. An Fonteyne è una professionista molto nota in Belgio e, tra le altre cose, è un membro dell’Accademia reale fiamminga per le scienze e le arti. Si occupa del riutilizzo adattivo di edifici esistenti. Alla tendenza verso un’architettura basata su se stessi e sugli oggetti, contrappone una cultura del costruire che si rivolge con intensità alle condizioni quadro economiche e sociali della costruzione. Oltre che nella pratica dell’architettura, An Fonteyne è una figura eccellente anche nell’ambito dell’insegnamento. Presso l’ETH di Zurigo ha sviluppato una propria modalità didattica con un metodo di impostazione e didattico fortemente integrativo.

La prof.ssa Momoyo Kaijima (*1969), attualmente professoressa straordinaria presso l’ETH di Zurigo, è nominata professoressa ordinaria di Architectural Behaviorology presso il Dipartimento di architettura. L’attività di Momoyo Kaijima spazia dalla progettazione architettonica degli edifici allo studio di fenomeni urbanistici, passando per la produzione di opere d’arte che portano a un vasto pubblico il suo atteggiamento in modo pregnante. Il suo lavoro è incentrato in particolare sulla Behaviorology, ossia lo studio del comportamento di persone, oggetti o edifici nel proprio ambiente sociale e fisico attuale. La rinomata ricercatrice ha ricevuto vari riconoscimenti e gli studi e le pubblicazioni basati sulle sue ricerche sul campo sono ampiamente apprezzati.

La prof.ssa dott.ssa Elli Mosayebi (*1977), attualmente professoressa straordinaria presso l’ETH di Zurigo, è nominata professoressa ordinaria di architettura e progettazione presso il Dipartimento di architettura. Le ricerche di Elli Mosayebi riguardano le aree della cinetica e il modo in cui l’edilizia abitativa si combina al meglio con altri tipi di programmi e utilizzi. Identifica nuove forme residenziali alla luce dei diversi ambienti di vita, elabora innovative strategie di progettazione e sviluppa prototipi cinetici. Conduce inoltre una ricerca fondamentale sullo sviluppo di forme residenziali passate e attuali con l’obiettivo di valorizzare sul piano storico-architettonico edifici residenziali esemplari in determinate città. La contraddistingue lo stretto legame tra ricerca, pratica e insegnamento.

Il prof. dott. Michael Nash (*1982), attualmente professore assistente tenure-track presso l’ETH di Zurigo e presso l’Università di Basilea, è nominato professore straordinario di ingegneria dei sistemi sintetici presso il Dipartimento di biosistemi. Le sue ricerche si concentrano sulla caratterizzazione e sull’ottimizzazione delle proprietà biofisiche delle proteine con l’aiuto di Rational Design e approcci evolutivi in vitro. Negli ultimi anni ha apportato un grande contributo all’insegnamento presso l’Università di Basilea e l’ETH di Zurigo ed è un docente molto apprezzato. La sua eccellenza scientifica è dimostrata dai vari riconoscimenti ricevuti e dalle sue numerose pubblicazioni, nonché dai brevetti che ha avviato. Michael Nash conserverà una seconda cattedra all’Università di Basilea (Leading House).

Il prof. Alexandre Theriot (*1972), attualmente professore straordinario presso l’ETH di Zurigo, è nominato professore ordinario di architettura e progettazione presso il Dipartimento di architettura. Alexandre Theriot si occupa dell’utilizzo contemporaneo di materiali economici, richiamando così l’attenzione su una significativa trasformazione dei metodi architettonici alla luce di grandi cambiamenti di natura economica. Questo approccio si riflette anche nell’insegnamento, dove Alexandre Theriot ha sperimentato con successo, fin dalla sua nomina presso l’ETH di Zurigo, nuove modalità didattiche in relazione a un’architettura che utilizza strutture, materiali ed energie minimali. La sua fama a livello internazionale è corroborata dalle numerose mostre e dagli importanti riconoscimenti e premi ricevuti.

Nuove nomine all’EPFL

La dott.ssa Ileana-Cristina Benea-Chelmus (*1988), attualmente post-dottoranda presso la Harvard University, negli Stati Uniti, è nominata professoressa assistente tenure-track di elettrotecnica e microtecnologie presso la Facoltà di scienze e tecnologia dell’ingegneria. Ileana-Cristina Benea-Chelmus conduce ricerche nel campo della fotonica, con particolare attenzione per lo sviluppo di trasformatori per frequenze THz e sub-THz, che trovano applicazione, tra le altre cose, nei campi della metrologia, del controllo delle frequenze THz e della generazione di segnali THz. Nell’ampio campo della nanotecnologia, Ileana-Cristina Benea-Chelmus è nota per le idee innovative. Le sue ricerche di base e applicate rappresentano per l’EPFL un potenziale degno di nota, che eserciterà un notevole impatto sulle nuove tecnologie ottiche.

Il prof. dott. Alessandro Chiesa (*1987), attualmente professore assistente presso la University of California, negli Stati Uniti, è nominato professore straordinario di informatica e sistemi di comunicazione presso la Facoltà di informatica e comunicazione. Alessandro Chiesa si occupa di crittografia, sicurezza e teoria della complessità computazionale. Le sue ricerche trovano già applicazione: è infatti co-fondatore dell’azienda che ha lanciato la criptovaluta Zcash. Con la sua nomina, l’EPFL acquisisce uno dei più importanti ricercatori attivi nel campo del trasferimento di tecnologie. Alessandro Chiesa opererà, tra l’altro, per il Center for Digital Trust e stabilirà legami con l’industria, per facilitare il trasferimento di tecnologie di strumenti per la protezione avanzata dei dati.

Il dott. Lénaïc Chizat (*1990), attualmente professore scientifico presso la Université Paris-Saclay, in Francia, è nominato professore assistente tenure-track di matematica alla Facoltà di scienze di base. Le ricerche di Lénaïc Chizat vertono sull’analisi, sullo sviluppo e sull’ottimizzazione di algoritmi che trovano applicazione in particolare nell’apprendimento automatico. Questo campo fortemente competitivo rappresenta una delle grandi sfide della matematica applicata dei prossimi anni. Con il suo programma di ricerca, Lénaïc Chizat assume una posizione di preminenza in questo ambito. Grazie alla sua nomina, inoltre, l’EPFL offrirà nuovi corsi e potrà rafforzare il legame e lo scambio tra diversi comparti della matematica.

Il dott. Kyojin Choo (*1984), attualmente post-dottorando presso la University of Michigan, negli Stati Uniti, è nominato professore assistente tenure-track di elettrotecnica e microtecnologie presso la Facoltà di scienze e tecnologia dell’ingegneria. L’attività di ricerca di Kyojin Choo si focalizza sul campo della microelettronica e della nanoelettronica, con particolare attenzione per lo sviluppo di sistemi integrati a bassa potenza. Il ricercatore, caratterizzato da straordinaria creatività e dinamismo, ha maturato esperienza nell’industria e con i suoi eccezionali contributi scientifici e tecnici ha il potenziale per sviluppare un programma di insegnamento e di ricerca innovativo. La sua visione e il suo impegno a favore di nuove collaborazioni a livello accademico e industriale rappresentano una preziosa risorsa per l’EPFL.

Il dott. Victor Gorbenko (*1989), attualmente ricercatore presso la Standford University, negli Stati Uniti, è nominato professore assistente tenure-track di fisica presso la Facoltà di scienze di base. Victor Gorbenko si concentra sulla teoria quantistica dei campi, con importanti implicazioni per la fisica delle particelle, la cosmologia, e la fisica della materia condensata. Le sue ricerche hanno già portato a importanti risultati scientifici, in particolare nell’ambito della lagrangiana della cromodinamica quantistica. Il giovane fisico di grande talento vanta uno straordinario potenziale e le competenze necessarie per un ricco percorso presso l’EPFL. La sua esperienza e il suo progetto di ricerca apportano un contributo fondamentale alla fisica della materia condensata e della fisica statistica.

Il dott. Georgios Moschidis (*1991), attualmente ricercatore presso la University of California, negli Stati Uniti, è nominato professore assistente tenure-track di matematica presso la Facoltà di scienze di base. Georgios Moschidis si occupa della teoria della relatività generale e con le sue ricerche ha già ottenuto importanti risultati scientifici relativi, tra le altre cose, alle equazioni di Friedmann e allo spazio anti-de Sitter. Il brillante matematico si distingue per le ricerche nell’ambito dell’analisi e della teoria della relatività generale e gode di fama a livello internazionale, nonostante la giovane età. Il suo profilo rafforzerà ulteriormente le aspirazioni dell’EPFL in questo settore e potrebbe inoltre attrarre studenti di diversi campi.

Il dott. Philippe Schwaller (*1990), attualmente ricercatore presso IBM Research Europe, è nominato professore assistente tenure-track di chimica presso la Facoltà di scienze di base. Philippe Schwaller conduce ricerche sul modo in cui si possono simulare processi chimici con l’intelligenza artificiale (IA). La sua attività di ricerca è incentrata in particolare sulla difficoltà di facilitare la scoperta di nuovi catalizzatori e materiali organici mediante l’impiego dell’intelligenza artificiale nella chimica. Il ricercatore di talento rappresenta la forza motrice alla base di importanti applicazioni di metodi dell’intelligenza artificiale. Appartiene alla nuova generazione di ricercatori con un background molto sfaccettato e combina ricerca sperimentale, informatica, scienza dei materiali e chimica.

Promozioni all’EPFL

La prof.ssa dott.ssa Maria Colombo (*1989), attualmente professoressa assistente tenure-track presso l’EPFL, è nominata professoressa ordinaria di matematica presso la Facoltà di scienze di base. Le ricerche di Maria Colombo sono incentrate sull’analisi che combina con calcolo delle probabilità, matematica computazionale, statistica e apprendimento automatico. Oltre al suo ruolo centrale in riferimento alla ricerca, alla sua leadership esemplare e alle diverse borse di studio che ha ricevuto, Maria Colombo è molto attiva anche all’interno dell’EPFL in vari ambiti ed è considerata uno dei pilastri dell’Istituto di matematica e della facoltà. Con la sua nomina, l’EPFL acquisisce una ricercatrice lungimirante di fama mondiale, corteggiata da altri istituti universitari.

Il prof. dott. Elison Matioli (*1979), attualmente professore assistente tenure-track presso l’EPFL, è nominato professore straordinario di elettrotecnica e microtecnologie presso la Facoltà di scienze e tecnologia dell’ingegneria. Le ricerche di Elison Matioli si concentrano sulla tecnologia dei semiconduttori con ampia banda proibita. Con un approccio innovativo basato sulla combinazione di scienza dei materiali, fisica ed elettrotecnica, Elison Matioli ha creato un gruppo di ricerca di fama internazionale nell’ambito dei dispositivi elettronici. Detiene cinque brevetti, concessi dal 2016, nonché altri sei risalenti al periodo antecedente al suo arrivo all’EPFL, e ha ottenuto inoltre numerosi riconoscimenti, come il Premio Universitario Latsis nel 2020 e una sovvenzione ERC Starting Grant nel 2015.

Assegnazione del titolo di «Professoressa» o «Professore»

Il dott. Nicolas Macris (*1963), attualmente assistente scientifico senior presso la Facoltà di informatica e comunicazione dell’EPFL, è nominato professore titolare presso l’EPFL. Le ricerche di Nicolas Macris si concentrano sull’impiego di metodi della fisica statistica nella teoria delle comunicazioni e nell’informatica teorica. Si occupa inoltre della teoria dell’informatica teorica. È uno dei più importanti ricercatori di questi ambiti in rapida crescita, che rispecchiano l’orientamento strategico della facoltà.

Ringraziamenti ai docenti uscenti (ETH di Zurigo)

Il prof. dott. Ruedi Aebersold (*1954), attualmente professore ordinario di biologia dei sistemi presso il Dipartimento di biologia, andrà in pensione alla fine di agosto 2021. Ruedi Aebersold ha iniziato il percorso come professore ordinario presso l’ETH di Zurigo nel 2004. Si occupa dello studio delle proteine ed è considerato un pioniere della proteomica, che analizza l’insieme di tutte le proteine di un essere vivente. In questo ambito ha sviluppato una serie di metodi di analisi e modelli computazionali. Ruedi Aebersold è un ricercatore molto stimato a livello internazionale e più volte insignito di riconoscimenti, è stato e continua a essere attivo in vari comitati nel settore pubblico e privato e ha creato diverse aziende.

Il prof. dott. Oded Zilberberg (*1979), attualmente professore assistente di fisica quantistica della materia condensata presso il Dipartimento di fisica, lascerà l’università alla fine di agosto 2021. La ricerca di Oded Zilberberg è incentrata sui fenomeni di coerenza quantistica nell’ambito limite della fisica dello stato solido e dell’ottica quantistica. Presso l’ETH di Zurigo ha inoltre rafforzato in maniera significativa le attività di ricerca di Quantum Science and Technology (QSIT), punto focale della ricerca nazionale. Si dimette per rispondere all’invito di un’altra università.

Ringraziamenti ai docenti uscenti (EPFL)

Il prof. dott. Jean-Philippe Ansermet (*1957), attualmente professore ordinario di fisica sperimentale presso la Facoltà di scienze di base, andrà in pensione alla fine di luglio 2022. Dopo attività all’estero e nell’industria, Jean-Philippe Ansermet è stato nominato professore straordinario presso l’EPFL nel 1992 e professore ordinario nel 1995. Le sue ricerche si concentrano sulla nanoelettronica, in particolare nella spintronica. Presso l’EPFL ha sviluppato un laboratorio per i materiali nanostrutturati, che ha prodotto oltre 250 pubblicazioni. Con i suoi corsi estremamente strutturati e chiari, l’apprezzato docente ha influenzato diverse generazioni di studenti.

Il prof. dott. Hubert Girault (*1957), attualmente professore ordinario di cinetica elettrochimica presso la Facoltà di scienze di base, andrà in pensione alla fine di febbraio 2022. Hubert Girault ha iniziato con l’incarico di professore straordinario presso l’EPFL nel 1992. Le sue ricerche riguardano l’ambito dell’elettrochimica analitica e dei biosensori. A livello internazionale, ma anche all’interno dell’istituto universitario, ha ricoperto diverse funzioni. Il ricercatore, insignito di numerosi premi, è inoltre autore di diverse pubblicazioni e grazie alla sua fama internazionale ha contribuito in larga misura a dare lustro alla reputazione dell’EPFL e dell’Istituto di scienze chimiche e ingegneria.

Il prof. dott. Alfred Wüest (*1956), attualmente professore ordinario di fisica dei sistemi acquatici presso la Facoltà di costruzione, architettura e ambiente, professore titolare presso l’ETH di Zurigo e capogruppo presso l’Eawag, andrà in pensione alla fine di agosto 2021. Alfred Wüest è entrato nell’EPFL nel 2021 come professore ordinario e nel 2013 ha assunto la direzione del Centro di limnologia presso l’EPFL. Dal 2006 al 2012 è stato responsabile del Dipartimento delle acque di superficie presso l’Eawag, mentre dal 2015 a marzo 2021 è stato membro della direzione. Con la sua ricerca ha apportato un contributo fondamentale agli studi nel campo della limnologia a livello mondiale e oggi è considerato una delle principali figure del settore. Molto apprezzato dagli studenti e come membro della direzione di diverse organizzazioni, Alfred Wüest è ricercatore lungimirante e autore di numerose pubblicazioni che ha contribuito in maniera significativa alla reputazione internazionale dell’EPFL, dell’Eawag e dell’ETH di Zurigo.

Il Consiglio dei PF ringrazia la professoressa e i professori uscenti per il lavoro svolto nell’ambito della scienza, dell’insegnamento e dell’amministrazione accademica.