Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Diritti umani, Istituzioni e Diritti

Discorso celebrativo per i 150 anni dalla prima scalata del Cervino da parte di una donna

Viola Amherd Photo Monika Flueckiger

Discorso celebrativo per i 150 anni dalla prima scalata del Cervino da parte di una donna.

Berna, 22.07.2021 – Discorso celebrativo della consigliera federale Viola Amherd, capo del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), in occasione del 150esimo (centocinquantesimo) giubileo della prima scalata del Cervino da parte di una donna, Zermatt, giovedì 22 luglio.

Gentile Signora Presidente
Cari Zermatter
Cari ospiti

Sono felice di venire a Zermatt per festeggiare con voi i 150 anni della prima salita del Cervino da parte di una donna, grazie per l’invito.

Ogni volta sono affascinato dalla vista del Cervino. La sua forma è unica e impressionante. Z’Horu ha attirato e continua ad attirare alpinisti da tutto il mondo. Alzarsi una volta, aver fatto la salita e poi tornare sani e salvi, devono essere momenti indimenticabili!

Appena sei anni dopo la prima salita del Cervino di Edward Whymper, la prima donna, Lucy Walker, conquistò z’Horu il 22 luglio 1871. Se le donne volevano scalare montagne, fare sport o avere voce in capitolo in politica, dovevano combattere contro i pregiudizi.

Medici e cosiddetti esperti hanno affermato, ad esempio, che il “corpo femminile delicato” diventa brutto e antiestetico. Le alpiniste erano descritte come “uomini-donne”, “donne selvagge di montagna” e “streghe ispide trasandate con abiti negligenti”.

Anche lo sport femminile era considerato immorale e disapprovato circa 100 anni fa. Un medico americano disse all’epoca che le donne stavano facendo abbastanza attività fisica attraverso le loro faccende domestiche …

E gli argomenti contro l’introduzione del diritto di voto per le donne 50 anni fa: le donne che politicizzano perdono la loro femminilità o che la politica è troppo sporca per le donne. Puoi portare la tua opinione indirettamente attraverso tuo marito … Domanda: cosa fa l’uomo con la sua opinione?

Alpiniste, atlete e politiche si sono affermati con successo negli ultimi decenni. Ti esibisci alla grande e ti assumi la responsabilità. Come afferma Julie Deane, fondatrice e CEO della Cambridge Satchel Company: “È bello sapere che puoi fare qualsiasi cosa. Devi solo iniziare con esso.”

Lucy Walker ha iniziato. Soffriva di reumatismi e riusciva a malapena a camminare. Un medico ha poi consigliato: “La signorina Walker deve camminare!”

Secondo un rapporto su Deutschlandfunk, Lucy Walker aveva 22 anni quando accompagnò per la prima volta padre e fratello sulle Alpi. Prima ha camminato mentre gli uomini scalavano le montagne. Presa dall’ambizione, iniziò anche a scalare e non poteva più essere fermata.

Nel suo libro “Sulle orme dei grandi alpinisti” Ed Douglas scrive: “Ha intrapreso 98 spedizioni, solo tre sono fallite. È stata spesso la prima donna a scalare la vetta. Ha gestito la prima salita del Balmhorn e la quarta dell’Eiger, quest’ultima contro il mal di montagna cronico con l’aiuto di champagne e pan di spagna”.

Ha scalato il Cervino 150 anni fa in un guardaroba rigorosamente vittoriano. Indossava una gonna lunga fino al pavimento perché alle donne non era permesso indossare i pantaloni.

Invece di riconoscere il grande successo di Lucy Walker, il pubblico ha reagito con indignazione. Non era appropriato per una donna scalare vette pericolose in compagnia di uomini sconosciuti, le guide alpine. Lucy Walker si è catapultata nell’emarginazione sociale.

Non è quindi un caso che non ci siano resoconti di tournée né di Lucy Walker né di altri primi alpinisti. Nel suo libro First on the Rope, Caroline Fink scrive: “Da un lato, temevano per la loro reputazione di donne;

Che ne dici di oggi con i reportage su alpinisti, atleti e politici? Ottieni la stessa quantità di spazio sui media dei tuoi colleghi? Risponderei alla domanda in questo modo: c’è ancora molto spazio per migliorare!

Sono felice che Zermatt stia festeggiando la prima salita del Cervino da parte di una donna. Lucy Walker e i suoi colleghi hanno fatto un ottimo lavoro all’epoca e meritano il nostro rispetto.

Non ti sei lasciato scoraggiare dalle convenzioni sociali. Sono andati coraggiosamente per la loro strada – secondo una citazione di Ella Fitzgerald: «Non lasciarti dissuadere da ciò che vuoi assolutamente fare. Quando c’è amore e ispirazione, niente può andare storto”.

Penso che sia fantastico che il Museo del Cervino stia registrando la prima ascesa di Lucy Walker e il 50° anniversario dei diritti delle donne al voto e al suffragio in Svizzera e che si occupi del ruolo delle donne nel passato e nel presente di Zermatt.

Molto è cambiato negli ultimi 150 o 50 anni. Sempre più donne scalano montagne, sono guide alpine e da novembre 2020 Rita Christen è la prima donna a presiedere l’Associazione Svizzera delle Guide Alpine! Secondo l’ultimo studio dell’Ufficio federale dello sport, Baspo, per la prima volta praticano sport tante donne quanti uomini.

Il movimento “Helvetia Run” è stato fondato lo scorso anno con l’obiettivo di consentire alle donne svizzere di avere voce in capitolo e di avere voce in capitolo nello sport svizzero a tutti i livelli. Dal 1971 esiste anche un ei nella politica di parità di genere e nella rappresentanza delle donne nelle cariche politiche.

Immagine: consigliera federale Viola Amherd, foto di Monika Flueckiger, cortesia Consiglio Federale svizzero.