Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Economia e lavoro

Il presidente della Confederazione Parmelin dialoga con i ministri dell’economia dell’ASEAN

Il presidente della confederazione svizzera Guy Parmelin, foto Monika Flueckige

Bern, 12.12.2019, foto Monika Flueckiger

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin dialoga con i ministri dell’economia dell’Associazione delle Nazioni del Sud Est Asiatico – ASEAN.

Berna, 13.09.2021 – Il 13 settembre 2021 il presidente della Confederazione Guy Parmelin, capo del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR), ha avuto un colloquio virtuale con il segretario generale dell’ASEAN e diversi ministri dell’economia degli Stati membri dell’ASEAN. Scopo del dialogo: identificare le possibilità di collaborazione economica.

L’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) riunisce Brunei, Indonesia, Cambogia, Laos, Malaysia, Myanmar, Filippine, Singapore, Thailandia e Vietnam. La Svizzera ha avviato un partenariato di dialogo settoriale con l’ASEAN cinque anni fa. L’area economica dell’ASEAN sta diventando sempre più importante e vanta un grande potenziale di crescita. Lo scorso anno il volume degli scambi commerciali tra la Svizzera e gli Stati membri dell’ASEAN è stato di circa 30 miliardi di franchi. Secondo le cifre della Banca nazionale svizzera, le imprese svizzere hanno finora investito complessivamente 44 miliardi di franchi negli Stati membri dell’ASEAN.

L’incontro di lunedì è il secondo dopo quello del 2020. La riunione virtuale si è concentrata sui negoziati in corso che vertono su una dichiarazione di cooperazione sulle questioni di libero scambio tra gli Stati dell’Associazione europea di libero scambio (AELS) e l’ASEAN. Il presidente della Confederazione e i ministri dell’economia dell’ASEAN hanno anche discusso di digitalizzazione e commercio elettronico. L’ASEAN prevede di diventare una comunità e un’economia digitali di primo piano grazie all’ASEAN Digital Masterplan 2025, recentemente adottato.

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin ha sottolineato l’importanza delle condizioni quadro per l’economia digitale, in particolare la certezza del diritto, l’accesso non discriminatorio al mercato e l’apertura di internet, al fine di trarre pieno vantaggio dalle nuove tecnologie digitali. La cooperazione e il sostegno nella lotta contro la pandemia di COVID-19 è stato un altro argomento al centro dei dibattiti.