Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Sport

Attuazione dei principi etici nello sport: maggiore protezione per atlete e atleti

Confederazione svizzera: attuazione dei principi etici nello sport: maggiore protezione per atlete e atleti.

Berna, 16.11.2021 – Un pacchetto di misure consentirà di sancire e di garantire il rispetto dei principi etici nel sistema sportivo svizzero. Per la prima volta, essi saranno disciplinati da una base legale che permetterà di sanzionare le violazioni. Inoltre, le strutture della collaborazione fra autorità pubbliche e federazioni private saranno regolamentate in modo più vincolante, in particolare per garantire la funzione di vigilanza della Confederazione. Fra le altre misure è previsto anche un servizio di segnalazione centrale e indipendente come pure un maggiore coinvolgimento e la sensibilizzazione dei genitori e delle persone cui è affidata l’educazione delle atlete e degli atleti dello sport di prestazione. Il pacchetto di misure si propone fra l’altro di proteggere gli sportivi e le sportive minorenni. È il risultato di una perizia commissionata dalla consigliera federale Viola Amherd a seguito di quanto accaduto nella ginnastica ritmica.

Nell’estate e nell’autunno del 2020, diverse ex ginnaste dei quadri nazionali di ginnastica ritmica e ginnastica artistica avevano riferito nei media di aver subito intimidazioni, umiliazioni e abusi presso il centro nazionale di prestazione della Federazione svizzera di ginnastica a Macolin. La consigliera federale e ministra dello sport Viola Amherd ha quindi incaricato lo studio legale zurighese Rudin Cantieni Rechtsanwälte AG di esaminare i fatti riportati, di estendere l’analisi ad altre discipline sportive di tecnica di composizione e infine di proporre misure e strumenti atti a prevenire casi simili nello sport elvetico.

Dal rapporto dello studio Rudin Cantieni emerge che, nonostante l’ottimo lavoro svolto nella maggioranza dei casi, le strutture attuali non sono sufficienti per garantire l’attuazione dei principi etici. In particolare, lo Stato dovrà intensificare la sua funzione di vigilanza poiché si tratta anche di proteggere atlete e atleti minorenni. Gli orientamenti strategici della riforma sono stati presentati durante una conferenza stampa congiunta dalla consigliera federale Viola Amherd, da Matthias Remund, direttore dell’Ufficio federale dello sport UFSPO e Jürg Stahl, presidente di Swiss Oympic.

Il pacchetto di misure è volto ad innescare un cambiamento culturale nello sport svizzero che consenta di garantire una rigorosa applicazione dei principi etici e in modo tale che lo sport possa tenere il passo con l’evoluzione della società.

L’accento è posto su cinque settori di attività:

1. Ulteriore sviluppo del buongoverno nella promozione dello sport svizzero

Attualmente, la promozione dello sport svizzero si fonda su una stretta collaborazione tra la Confederazione, i Cantoni e lo sport privato (Swiss Olympic). Questa collaborazione deve essere salvaguardata perché è su di essa che poggia il sistema del volontariato delle strutture sportive elvetiche. Appare tuttavia opportuno rimodellare questa collaborazione, in particolare per garantire la funzione di vigilanza della Confederazione, per prevenire possibili conflitti di interesse e realizzare l’auspicato cambiamento culturale. A tal fine, per consolidare il principio del buongoverno, sono previste diverse misure che dovrebbero avere degli effetti a partire dal 2023.

Misure:

  • L’UFSPO definisce i criteri per il buongoverno delle federazioni sportive (fra l’altro trasparenza dei flussi finanziari, basi legali moderne, composizione equilibrata degli organi direttivi). Questi criteri sono inclusi nell’accordo di prestazione con Swiss Olympic. L’UFSPO è al contempo promotore e supervisore delle misure. Per evitare possibili conflitti d’interesse, la Confederazione ritirerà il suo rappresentante dal comitato esecutivo di Swiss Olympic alla fine del 2022, una funzione attualmente ricoperta dal direttore dell’UFSPO.
  • L’UFSPO sviluppa un nuovo sistema di reporting e controllo che consentirà di verificare il rispetto di queste prescrizioni; Swiss Olympic elabora un sistema analogo per le federazioni sportive nazionali.
  • Swiss Olympic amplia il sistema di classificazione delle discipline sportive con il quale determina il sostegno finanziario alle federazioni. Saranno integrati aspetti come l’integrazione di genitori/persone cui è affidata l’educazione, il buongoverno, l’etica e la prevenzione.
  • Le federazioni sportive nazionali adeguano le loro strutture implementando i nuovi requisiti e rendono conto secondo il nuovo sistema di controllo.
2. Basi legali per garantire il rispetto dei principi etici

I sussidi federali destinati alle federazioni sportive sono già oggi subordinati all’osservanza della Carta etica e quindi le violazioni potrebbero comportare la riduzione dei sussidi. Ma la pratica dimostra che l’attuale Carta etica è una base legale precaria. Quindi è necessario vincolare i principi etici a una base legale che sancisce coerentemente i principi di protezione e i meccanismi di controllo. Questo consentirà di far leva concretamente sul rispetto delle prescrizioni a garanzia di uno sport sicuro e corretto.

Misure:

  • Il DDPS sottopone al Consiglio federale una revisione parziale dell’ordinanza sulla promozione dello sport che, tra le altre cose, specifica i requisiti minimi imposti alle federazioni sportive in materia di sport sicuro e corretto che esse devono soddisfare per ottenere i sussidi federali. L’attuazione è prevista per l’inizio del 2023 a conclusione della procedura di consultazione.
  • Swiss Olympic elabora uno statuto etico che specifica concretamente i comportamenti che non sono tollerati nello sport. Questo testo sarà presentato al Parlamento dello sport già a novembre di quest’anno. Lo statuto etico funge da regolamento disciplinare; le violazioni saranno perseguite e sanzionate dalla nuova fondazione Swiss Sport Integrity.
3. Servizio indipendente di segnalazione Swiss Sport Integrity – SSI

Un elemento importante di queste misure è l’istituzione di un servizio di segnalazione indipendente per lo sport. I preparativi sono già in corso da diverso tempo. La Fondazione Antidoping Svizzera che lavora in modo autonomo e dispone di strutture operative riconosciute sarà ristrutturata. Il suo scopo sarà ampliato e includerà la gestione di potenziali violazioni etiche.

Misure:

  • Il 1° gennaio 2022 si costituisce la Fondazione «Swiss Sport Integrity» (SSI) che sostituirà la rete decentralizzata dei servizi di segnalazione nelle varie federazioni sportive e i diversi codici di condotta specifici alle discipline sportive. Il compito del nuovo organo è di indagare in modo indipendente sulle segnalazioni e di redigere un rapporto d’indagine destinato alla commissione disciplinare. La revisione parziale dell’ordinanza sulla promozione dello sport fornirà una base legale anche per il nuovo servizio di segnalazione.
4. Modelli per la promozione delle giovani leve a misura di bambini/e e giovani

Le basi per le prestazioni sportive internazionali di alto livello vengono instillate nell’infanzia e nell’adolescenza e il benessere del bambino deve essere sempre il proposito centrale. Un prerequisito essenziale è l’alta qualità della promozione delle giovani leve in seno alle federazioni sportive. Le misure seguenti saranno attuate negli anni 2022 e 2023.

Misure:

  • Conformemente al modello della formazione di Macolin, nella formazione di allenatori/trici e di quadri di G+S l’UFSPO trasmette i comportamenti e i valori fondamentali di una promozione sportiva etica. La formazione continuerà ad essere completata con moduli specifici.
  • Swiss Olympic stabilisce i criteri per la promozione delle giovani leve a misura di bambino, che preservi la salute e garantisca la sicurezza. Le federazioni sportive adeguano di conseguenza le loro strategie di promozione.
  • Swiss Olympic elabora un sistema di prevenzione per garantire la sicurezza e la salute nello sport.
  • Swiss Olympic svolge sondaggi periodici anonimi tra le persone coinvolte nella promozione delle giovani leve (atleti/e, allenatori/trici, genitori).
5. Coinvolgere maggiormente i genitori/le persone cui è affidata l’educazione

I genitori svolgono un ruolo importante nello sviluppo delle/dei giovani atlete/atleti nello sport di prestazione.

Misure:

  • L’UFSPO e Swiss Olympic hanno sviluppato congiuntamente «FTEM Svizzera», un piano programmatico per lo sviluppo dello sport e delle atlete e degli atleti. È un orientamento fondamentale per i vari protagonisti, fra cui i genitori/le persone cui è affidata l’educazione. Per essi, entro la fine del 2022 saranno realizzate delle linee guida aggiuntive che consentiranno loro di fornire un supporto adeguato alla carriera dei figli nello sport di punta.