Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Istituzioni e Diritti

La politica europea al centro dei colloqui del consigliere federale Cassis a Lubiana

Consigliere Federale Ignazio Cassis

La politica europea al centro dei colloqui del consigliere federale Cassis a Lubiana.

Berna, 18.11.2021 – Il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) Ignazio Cassis era oggi in Slovenia per una visita ufficiale. Il Paese detiene la presidenza di turno del Consiglio dell’Unione europea. A Lubiana il consigliere federale ha incontrato il suo omologo Anže Logar e ha fatto una visita di cortesia al presidente Borut Pahor. La politica europea, le relazioni bilaterali e l’impegno della Svizzera nei Balcani occidentali sono stati al centro dei colloqui.

Tre giorni dopo l’incontro con il vicepresidente della Commissione europea Maros Sefcovic a Bruxelles, il consigliere federale Ignazio Cassis ha visitato oggi la Slovenia, che detiene attualmente la presidenza di turno del Consiglio dell’UE. Durante l’incontro con il suo omologo Anže Logar il consigliere federale Ignazio Cassis ha illustrato la politica europea della Svizzera. Come già fatto a Bruxelles, il capo del DFAE ha sottolineato anche a Lubiana la volontà del Consiglio federale di impegnarsi in un dialogo politico strutturato con l’Unione europea (UE). «Il Parlamento svizzero ha recentemente approvato il versamento del secondo contributo della Confederazione destinato alla riduzione delle disparità economiche e sociali nei Paesi dell’UE allargata», ha ricordato. La Slovenia figurava già tra gli Stati beneficiari del primo contributo svizzero, la cooperazione sarà portata avanti anche nell’ambito del secondo. Il capo del DFAE ha inoltre precisato di aspettarsi che la Svizzera possa di nuovo partecipare come Paese associato ai programmi Orizzonte Europa ed Erasmus+ e che gli accordi bilaterali esistenti vengano applicati e aggiornati.

Anche la presidenza slovena del Consiglio dell’UE era all’ordine del giorno. Il ministro degli esteri Anže Logar ha stilato un bilancio intermedio del mandato e ha sottolineato l’importanza di ampliare il partenariato con il nostro Paese. Durante il suo semestre di presidenza la Slovenia ha invitato la Svizzera a partecipare a una serie di riunioni informali del Consiglio dell’Unione europea.

Investimento svizzero a favore dei Balcani occidentali

Il capo del DFAE ha ribadito il costante impegno della Svizzera nei Balcani occidentali, nei quali ha investito finora circa 3 miliardi di euro per promuovere la stabilità, la sicurezza e la democrazia nella regione, e ha messo in evidenza l’importanza di rafforzare la prospettiva europea di questi Paesi in quanto elemento centrale per garantire la stabilità del continente. A questo proposito il consigliere federale Ignazio Cassis ha colto l’occasione per invitare la Slovenia a partecipare alla conferenza sulla riforma ucraina che si terrà il 4-5 luglio 2022 a Lugano.

La Svizzera, secondo partner economico della Slovenia

La Svizzera e la Slovenia intrattengono relazioni intense in diversi ambiti e gli scambi commerciali tra i due Stati sono aumentati significativamente negli ultimi anni. Oggi la Confederazione è il secondo partner economico della Slovenia e il terzo investitore straniero nel Paese. Svizzera e Slovenia cooperano strettamente anche all’interno delle organizzazioni multilaterali.

Dopo la Slovenia, il viaggio del consigliere federale Cassis proseguirà dapprima in Arabia Saudita il 19 e il 20 novembre e in seguito in Libia il 21 novembre. A suo fianco anche la consigliera nazionale Jacqueline de Quattro (PLR/VD) et la consigliera agli Stati Marianne Maret (Alleanza del Centro/VS).