Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Diritti umani, Istituzioni e Diritti

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin rappresenta la Svizzera al vertice per la democrazia

Il presidente della confederazione svizzera Guy Parmelin, foto Monika Flueckige

Bern, 12.12.2019, foto Monika Flueckiger

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin rappresenta la Svizzera al vertice per la democrazia.

Berna, 09.12.2021 – Su invito del presidente statunitense, Joe Biden, il presidente della Confederazione Guy Parmelin ha preso parte giovedì, 9 dicembre 2021, a un vertice in videoconferenza sui valori e le sfide della democrazia. Durante il suo discorso il presidente della Confederazione ha sottolineato che i valori democratici sono in grado di resistere nonostante le sfide cui sono confrontati.

«La storia ha dimostrato che la democrazia può portare giustizia, stabilità sociale, pace, libertà e prosperità economica. La democrazia permette agli individui di realizzarsi meglio di qualsiasi altro sistema politico», ha dichiarato il presidente della Confederazione prima di aggiungere che «il fascino universale della democrazia non è diminuito – specialmente per coloro che vivono in Paesi non democratici. Nel contempo però nelle democrazie consolidate si assiste con preoccupazione a un crescente indebolimento del sostegno alle istituzioni. Il senso di comunità viene meno e il sottile equilibrio tra diritti e doveri si incrina».

Nonostante queste sfide il presidente della Confederazione Parmelin si dice ottimista: «Le democrazie sono resilienti. Prendete il mio Paese, la Svizzera, in cui vi sono diversità linguistiche, culturali, storiche e politiche. Abbiamo costruito la nostra nazione non su fattori oggettivi preesistenti ma sulla nostra volontà comune di vivere insieme seguendo regole liberamente scelte da noi. La nostra diversità è oggi una grande forza poiché ci consente di essere creativi e innovativi in un contesto globalizzato».

Il presidente della Confederazione ha inoltre illustrato perché la Svizzera s’impegna a favore della democrazia anche nella sua politica estera: «La nostra condotta si fonda su principi: non siamo contro qualcuno, ma a favore della democrazia, perché siamo convinti che la democrazia possa portare non soltanto giustizia e libertà a livello individuale, ma anche pace, stabilità e prosperità tra le nazioni».

Con il vertice per la democrazia, al quale parteciperanno oltre 100 capi di Stato e di Governo, il Governo statunitense vuole istituire una piattaforma per promuovere lo scambio tra Stati, società civile ed economia privata sui valori democratici e i diritti umani e quindi rafforzare la democrazia come forma di governo. Con il vertice virtuale, che durerà fino a venerdì, si vuole avviare un processo che sarà portato avanti alla fine dell’anno prossimo con un vertice per la democrazia che, questa volta, si svolgerà in presenza.