Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Coronavirus - Covid19

L’esercito chiama in servizio truppe supplementari per l’impiego legato al coronavirus

Coronavirus SARS-CoV-2

L’esercito chiama in servizio truppe supplementari per l’impiego legato al coronavirus.

Berna, 28.12.2021 – L’Esercito svizzero mobilita ulteriori forze per il servizio d’appoggio CORONA. Con una chiamata in servizio parziale del battaglione d’ospedale 66, dal 7 gennaio 2022 la sanità pubblica disporrà di altri 119 militari.

Da inizio dicembre i militari forniscono appoggio alle infrastrutture sanitarie dei Cantoni nel servizio sanitario per la lotta contro la pandemia di coronavirus e nel quadro degli sforzi compiuti nell’ambito della vaccinazione di richiamo. Attualmente circa 296 militari in ferma continuata e volontari sono impiegati nei Cantoni Giura, Vallese, Neuchâtel e Friburgo. Per dare seguito ad altre domande autorizzate nei Cantoni di Argovia, Lucerna e Nidvaldo e poiché per l’esercito si prospetta un aumento dei compiti, quest’ultimo oggi chiama in servizio d’appoggio parti del battaglione d’ospedale 66 in quanto formazione di milizia in prontezza elevata. Il servizio inizierà il 6 gennaio 2022 (parti dello stato maggiore di battaglione) e il 7 gennaio (parti della compagnia di stato maggiore e della compagnia d’ospedale 66/2). In tal modo a partire dal 7 gennaio 147 soldati supplementari del battaglione d’ospedale 66 garantiranno sia gli impieghi che la condotta e il servizio arretrato per tutti i militari impiegati. La chiamata in servizio di truppe ha luogo secondo le esigenze.

Il 7 dicembre 2021 il Consiglio federale ha deciso un nuovo servizio d’appoggio dell’esercito a favore delle autorità civili. Vengono impiegati al massimo 2500 militari che possono fornire supporto agli ospedali nella cura e nel trasporto di pazienti nonché ai Cantoni nella vaccinazione. Il ricorso ai militari avviene su richiesta dei Cantoni e qualora i mezzi civili non fossero sufficienti. La decisione del Consiglio federale prevede la chiamata in servizio di formazioni di milizia in prontezza elevata.

Link Consiglio Federale svizzero.