Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Scuola, università, formazione

Profughi dall’Ucraina: la Confederazione propone ai Cantoni un contributo per i corsi di lingua

ucraina

Ucraina: la Confederazione propone ai Cantoni un contributo finanziario ai corsi di lingua per persone con statuto di protezione S.

La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) propone ai Cantoni un contributo finanziario di 3000 franchi per persona all’anno destinato, in particolare, a promuovere l’apprendimento della lingua locale da parte dei profughi ucraini. Il 25 marzo 2022 la SEM ha avviato una consultazione tra i Cantoni in merito a una pertinente proposta. Imparare la lingua locale è importante affinché i profughi dall’Ucraina possano assumere rapidamente un’attività lavorativa e partecipare alla vita sociale. Con questo obiettivo, il Consiglio federale ha concepito lo status di protezione S per le persone in cerca di protezione provenienti dall’Ucraina in modo tale che sia possibile per loro intraprendere rapidamente un’attività lucrativa.

Il 12 marzo il Consiglio federale ha attivato lo statuto di protezione S per le persone in cerca di protezione provenienti dall’Ucraina. La Confederazione indennizza le spese sostenute dai Cantoni per l’alloggio, il sostentamento e le cure mediche di queste persone versando una somma forfettaria globale di circa 18 000 franchi annui. Siccome fondamentalmente lo statuto di protezione S è concepito in vista del ritorno, la legge sull’asilo non prevede il versamento ai Cantoni di una somma forfettaria a favore dell’integrazione. Nel caso delle persone in cerca di protezione giunte dall’Ucraina, tuttavia, esiste un certo bisogno di supporto, in particolare per l’apprendimento della lingua locale. È solo imparando la lingua che queste persone potranno partecipare in modo adeguato alla vita sociale e lavorativa conformemente all’obiettivo del Consiglio federale.

Già l’11 marzo 2022 il DFGP aveva incaricato la SEM di esaminare, di concerto con i Cantoni, l’eventuale necessità di misure specifiche per la promozione dell’apprendimento linguistico. Dopo l’attribuzione delle persone con statuto di protezione S ai Cantoni, il sostegno a queste persone incombe in linea di principio ai Cantoni. Questi ultimi dispongono già oggi di strutture idonee per le persone esulanti dal settore dell’asilo, in particolare allo scopo di fornire loro prime informazioni e consulenza e di promuovere le loro competenze linguistiche e di base. Queste offerte sono fondamentalmente aperte anche ai titolari dello statuto di protezione S. Dopo una prima consultazione dei Cantoni e delle parti sociali, la SEM propone il versamento di 3000 franchi all’anno e a persona, in particolare in vista di sostenere l’apprendimento della lingua locale da parte delle persone con statuto di protezione S.

La consultazione dura fino al 1° aprile 2022. La decisione sul versamento del contributo spetta al Consiglio federale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: