Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Economia e lavoro, Lavoro e professioni

Il ministro Orlando ha dato il benvenuto ai nuovi funzionari dell’Ispettorato del Lavoro

ministro Lavoro Andrea Orlando

Il ministro del Lavoro Orlando ha dato il benvenuto ai nuovi 177 funzionari dell’INL.

“Da oggi l’Ispettorato Nazionale del Lavoro può contare sulle vostre energie e sul vostro impegno e sapete bene quanto questo serva per rafforzare le politiche di sicurezza nel nostro Paese”. Così oggi il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando nel suo messaggio di benvenuto ai nuovi 177 funzionari amministrativi entrati nell’Ispettorato Nazionale del Lavoro.

“Sono convinto – ha detto Orlando – che le scelte che facciamo oggi in ambito di sicurezza potranno produrre dei risultati futuri concreti nel medio-lungo periodo. Per questo ritengo che fra le azioni più importanti da intraprendere, oltre a quelle normative, vi sia anche il rafforzamento degli organici stessi. La strada maestra da seguire – ha continuato il ministro riferendosi ai neo assunti – è quella che prevede il rafforzamento dei numeri e l’investimento costante in formazione, che è una compagna di viaggio essenziale per il lavoro che state iniziando a svolgere”.

I numeri messi in campo per l’Ispettorato sono destinati presto ad aumentare: imminente, oltre alle già citate 177 risorse umane, l’inserimento di altre 133 e nelle prossime settimane si registreranno le assunzioni di ulteriori 900 ispettori ordinari e altri 131 funzionari. Inoltre prossimamente verrà fissata la data di concorso per altri 1.249 dipendenti dell’INL, tra cui 1.174 ispettori tecnici, 50 statistici e 25 informatici. “Si tratta dell’apporto complessivo di 2.480 unità in pochi mesi – ha concluso il ministro – in aggiunta all’attuale personale di oltre 4mila lavoratori, con un incremento del 65% che non si era mai realizzato nella storia dell’Ispettorato. Abbiamo voluto rafforzare questa struttura, riconoscendone innanzitutto la funzione sociale che svolge e valorizzandone il ruolo strategico di organo di vigilanza e di tutela del lavoro. Questo per garantire nel nostro Paese l’applicazione effettiva e non solo sulla carta, di tutte le leggi sul lavoro, dalla regolarità, alla tutela della salute e sicurezza”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: