Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Economia e lavoro, Lavoro e professioni

Frontalieri: domande di permessi online con EasyGov.swiss

mappa Svizzera Google Maps

EasyGov.swiss sostiene la digitalizzazione dell’AVF e permette di presentare online le domande di permessi per frontalieri.

Con effetto dal 24 mayo 2022, la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha nuovamente ampliato EasyGov.swiss, lo sportello online per le imprese. L’elaborazione dei permessi per i frontalieri dell’UE/AELS sarà ora possibile nei Cantoni pilota di Turgovia e Zurigo. Inoltre, le fondazioni che sottostanno alla supervisione dell’Autorità federale di vigilanza sulle fondazioni (AVF) potranno inoltrare online tramite EasyGov diversi documenti, tra cui il rapporto annuale.

I datori di lavoro che intendono assumere o impiegare lavoratori stranieri in Svizzera hanno un obbligo di notifica o di permesso. EasyGov supporta le aziende nel presentare queste domande o notifiche e trasmette poi i documenti all’autorità competente. Con l’aggiornamento, le domande di permessi per frontalieri residenti nell’UE/AELS (permesso G) possono essere presentate online, inizialmente nei Cantoni pilota di Turgovia e Zurigo.

Nei prossimi anni seguiranno a tappe altre categorie di permessi di lavoro. Da agosto 2021 la procedura di notifica per attività lucrativa delle persone ammesse temporaneamente e dei rifugiati riconosciuti può già essere effettuata online in tutti i 26 Cantoni. Negli altri Cantoni pilota di Argovia, Basilea Città e San Gallo i permessi online per frontalieri dovrebbero seguire alla fine del 2022 o nel corso del 2023. Sarà poi la volta dei permessi per i lavoratori provenienti da Paesi terzi e per i lavoratori distaccati (prestatori di servizi dall’UE/AELS e da Paesi terzi). L’obiettivo a lungo termine è semplificare la procedura di notifica e autorizzazione in tutti i 26 Cantoni.

Collaborazione con l’AVF

Nell’ambito del suo progetto di digitalizzazione eESA, l’AVF offrirà nuove funzioni digitali in concomitanza con l’attuale release di EasyGov. Questo cambiamento non inciderà soltanto sui processi interni dell’AVF, ma anche sulle modalità di comunicazione tra quest’ultima e le fondazioni e le società di revisione, che finora avveniva principalmente per posta o e-mail. Con l’imminente aggiornamento di EasyGov, le fondazioni avranno la possibilità di elaborare i servizi eESA tramite la piattaforma EasyGov e di utilizzarla per tutte le loro interazioni specifiche con l’AVF e con altre autorità, come il registro di commercio o la cassa di compensazione AVS. Il rapporto annuale potrà essere trasmesso elettronicamente. A fine febbraio 2022 erano già registrate su EasyGov circa 400 fondazioni.

Integrazione di SICHEM, lo strumento per l’impiego sicuro di prodotti chimici
SICHEM, concepito principalmente per le piccole e medie imprese, aiuta ad attuare in modo semplice l’obbligo di diligenza relativo all’impiego di prodotti chimici pericolosi sul posto di lavoro. Offre una visione d’insieme dei pericoli derivanti dall’impiego di tali prodotti e contiene indicazioni sugli obblighi legali che comportano, permettendo così ai datori di lavoro di adottare le dovute misure di protezione dei propri lavoratori. In un primo tempo si potrà compilare un elenco delle sostanze chimiche immagazzinate e utilizzate. Nel corso degli anni SICHEM sarà integrato con funzioni aggiuntive.

Immagine: mappa della Svizzera, cortesia Google Maps.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: