Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Economia e lavoro, Lavoro e professioni

Aumento del numero di ore di lavoro nel 2021 in Svizzera

mappa Svizzera Google Maps

Rilevazione sulle forze di lavoro in Svizzera e statistiche derivate: ore di lavoro: Aumento del numero di ore di lavoro nel 2021 in Svizzera

Nel 2021, il numero totale di ore lavorate in ambito professionale in Svizzera ha raggiunto quota 7,798 miliardi di ore, con un incremento del 2,5% rispetto all’anno precedente. Tuttavia, non si è ancora tornati al livello pre-pandemico. Secondo gli ultimi risultati dell’Ufficio federale di statistica (UST) e dell’Ufficio statistico dell’Unione europea (Eurostat), il volume di lavoro nella fascia di età tra i 20 e i 64 anni ha segnato una progressione leggermente più marcata in Svizzera che nell’UE.

Secondo la statistica del volume di lavoro dell’UST (SVOL), tra il 2020 e il 2021 il numero totale di ore lavorate dall’insieme delle persone occupate in Svizzera è aumentato del 2,5%. Il volume di ore relativo al 2021 rimane comunque a un livello inferiore di quello precedente la pandemia di COVID-19 (2019–2021: –1,3%). Dato che tra il 2020 e il 2021 il numero di impieghi è rimasto pressoché stabile (–0,1%), l’aumento del volume di ore è dovuto all’incremento della durata annua effettiva del lavoro per impiego (+2,6%). Quest’ultima è riconducibile a forti cali della durata delle assenze a causa dell’orario ridotto (2020: 67 ore per impiego; 2021: 33 ore) e delle assenze per «altre ragioni» (ad es. quarantene o restrizioni delle attività dei lavoratori indipendenti durante la pandemia; 2020: 40 ore per impiego; 2021: 24 ore).

Settore primario: più di 45 ore settimanali

Nel 2021, la durata settimanale effettiva di lavoro dei dipendenti a tempo pieno era di 39 ore e 16 minuti. I dipendenti a tempo pieno del settore primario sono quelli che presentano il carico di lavoro settimanale più elevato (durata effettiva di 45 ore e 8 minuti). Seguono nell’ordine i rami «attività finanziarie e assicurative» (41 ore e 24 minuti), «attività professionali, scientifiche e tecniche» e «amministrazione pubblica» (40 ore e 20 minuti in entrambi i casi). La durata effettiva più corta è stata registrata nel settore «servizi di alloggio e ristorazione» (29 ore e 45 minuti), poiché l’orario ridotto era ancora molto frequente (2021: 278 ore di assenza per impiego).

Aumento nella maggior parte dei Paesi dell’UE/AELS

Per poter procedere a confronti internazionali, il metodo di calcolo delle ore di lavoro deve essere adattato e riferito soltanto alla popolazione tra i 20 e i 64 anni. Tra il 2020 e il 2021, nella maggior parte dei Paesi dell’UE/AELS è stato osservato un aumento del numero totale di ore lavorate. In Svizzera, l’aumento (+4,7%) è stato leggermente superiore alla media dell’UE (+4,1%). Il Paese che ha registrato l’incremento più marcato è il Belgio (+12,2%), seguito da Cipro (+10,4%) e dalla Spagna (+9,5%). All’altra estremità si trovano l’Islanda, l’Estonia e il Lussemburgo, dove ci sono state le diminuzioni più nette (risp. –5,5%, –4,9% e –3,2%).

Immagine: mappa della Svizzera, cortesia Google Maps.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: