Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Ambiente

L’Ufficio federale dell’agricoltura svizzero presiede l’incontro ad alto livello del G10

Svizzera Agroscope Gabriela Brandle

L’Ufficio federale dell’agricoltura svizzero presiede l’incontro ad alto livello del G10

I rappresentanti ad alto livello dei membri del G10 (Corea, Giappone, Islanda, Israele, Principato del Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Taiwan) si sono riuniti il 13 giugno 2022 a margine della 12a Conferenza ministeriale (MC12) dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) a Ginevra, Svizzera. Su invito della Svizzera, i membri del G10 hanno valutato i temi attuali dei negoziati dell’OMC sull’agricoltura, ribadendo la loro volontà di impegnarsi in modo costruttivo nei colloqui sull’agricoltura alla MC12 e nell’ulteriore processo di riforma.

Il G10 è un gruppo di Paesi importatori netti di generi alimentari, coordinato dalla Svizzera, che difende posizioni condivise e per lo più difensive nei negoziati dell’OMC sull’agricoltura. Jean-Marc Chappuis, Direttore supplente dell’Ufficio federale dell’agricoltura, ha presieduto la riunione dei rappresentanti ad alto livello dei membri del G10. Sottolineando il loro sostegno congiunto a un sistema commerciale multilaterale ben funzionante e basato su regole, i membri del G10 hanno avuto uno scambio di opinioni sui possibili risultati dei negoziati agricoli alla MC12. Hanno espresso il loro sostegno per una conclusione positiva della MC12, pur riconoscendo che le circostanze attuali potrebbero non consentire di adottare decisioni di riforma sostanziali. A condizione che le loro sensibilità siano prese in considerazione, i membri del G10 hanno confermato il loro impegno costante a partecipare in modo costruttivo ai rispettivi colloqui in seno alla MC12 e non solo.

Come Paesi importatori netti di prodotti alimentari, i membri del G10 hanno ricordato quanto sia importante ottenere un risultato nell’ambito delle restrizioni alle esportazioni, anche come contributo alla sicurezza alimentare globale. È stata espressamente caldeggiata un’esenzione da tali misure a favore del Programma alimentare mondiale. Ogni decisione al riguardo rafforzerebbe la sicurezza alimentare globale e andrebbe a beneficio soprattutto delle popolazioni più povere e vulnerabili. I membri del G10, consapevoli dell’attuale rischio di insicurezza alimentare globale, interruzione delle forniture e prezzi a livelli mai toccati finora, hanno ribadito la necessità che l’OMC contribuisca in modo significativo a garantire la sicurezza alimentare e la prevedibilità sui mercati internazionali. Hanno inoltre fatto presente che ogni programma di lavoro risultante dalla MC12 dovrebbe essere equilibrato e non pregiudicare il risultato dei futuri negoziati.

I membri del G10 hanno concordato di continuare a cooperare strettamente nei negoziati dell’OMC, di dare risalto agli interessi dei Paesi membri importatori netti di prodotti alimentari e di contribuire alla trasformazione verso sistemi alimentari sostenibili.