Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Ambiente

La consigliera federale Sommaruga visita la centrale di Nant de Drance

Einzel Sommaruga

La consigliera federale Sommaruga visita la centrale elettrica di Nant de Drance.

All’inizio di luglio entrerà in funzione la centrale elettrica di Nant de Drance, nel Vallese. In vista di questo appuntamento la consigliera federale Simonetta Sommaruga ha visitato oggi l’impianto insieme a Roberto Schmidt, presidente del Consiglio di Stato del Canton Vallese, e a rappresentanti del Comune di Finhaut e della società Nant de Drance. L’elevata flessibilità delle centrali di pompaggio-turbinaggio permette di compensare le fluttuazioni della produzione e del consumo di elettricità, migliorando la stabilità della rete. L’impianto di Nant de Drance contribuisce così a rafforzare l’approvvigionamento elettrico della Svizzera.

L’energia idroelettrica è il principale pilastro dell’approvvigionamento elettrico della Svizzera. Gli impianti oggi disponibili generano quasi il 60 per cento della produzione elettrica annua. Il grande vantaggio delle centrali di pompaggio-turbinaggio consiste nella loro flessibilità: esse, infatti, permettono di compensare le fluttuazioni a breve termine e la produzione irregolare di energia da fonte eolica e solare. In questo modo forniscono un importante contributo alla stabilità della rete in Svizzera e in Europa.

Con la centrale di Nant de Drance, nel Canton Vallese, all’inizio di luglio entrerà in funzione nel nostro Paese un ulteriore impianto di pompaggio-turbinaggio a elevata efficienza, dopo quello di Linth-Limmern (GL). La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha colto l’occasione per visitare l’impianto insieme a Roberto Schmidt, presidente del Consiglio di Stato e direttore dell’Ufficio dell’energia del Canton Vallese, e a Romain Fournier, vicesindaco del Comune di Finhaut.

«La centrale di Nant de Drance è molto importante per la Svizzera», ha dichiarato il capo del DATEC durante la sua visita. «Può stoccare molta elettricità e, grazie alla sua grande flessibilità, rafforza la sicurezza di approvvigionamento della Svizzera.» È inoltre l’esempio di quanto sia utile che tutti gli attori coinvolti mantengano fin dall’inizio uno stretto scambio reciproco. Ciò ha infatti permesso di accelerare l’iter delle procedure di autorizzazione.

Erano presenti alla visita dell’impianto anche Michael Wider, presidente della società Nant de Drance, Alain Sauthier, direttore della stessa società, alcuni rappresentanti degli azionisti Alpiq, FFS, Industrielle Werke Basel (IWB) e Force Motrices Valaisannes (FMV) nonché il direttore dell’Ufficio federale dell’energia (UFE), Benoît Revaz. L’inaugurazione della centrale e le relative celebrazioni si terranno a settembre.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: