Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Economia e lavoro

Comunicazioni: sistema radio di sicurezza, rimandata la transizione

Svizzera stemma

Salvaguardia del valore di Polycom: ancora nessun via libera alla migrazione nonostante i progressi.

Berna, 08.07.2022 – Nonostante i progressi compiuti nel progetto, non è ancora stato dato il via libera alla migrazione su scala nazionale («mass rollout»), prevista per inizio luglio 2022, delle infrastrutture esistenti del sistema radio di sicurezza verso la nuova generazione. Il fornitore Atos intende adoperarsi per soddisfare i requisiti di un via libera entro la metà di ottobre 2022.

Nell’aprile 2022, il fornitore Atos ha chiesto di rimandare il mass-rollout a luglio per eliminare le pendenze e i difetti rilevati e completare il sistema con le funzionalità mancanti. Nel frattempo diversi problemi sono stati risolti, ma ad oggi i requisiti per il mass-rollout non sono ancora pienamente soddisfatti. Atos intende pertanto colmare le lacune entro l’autunno. Il via libera per il mass-rollout da parte del comitato direttivo è previsto al più tardi per la metà di ottobre 2022.

Finora sono state migrate e sono in funzione 42 stazioni di base nei cantoni di Argovia, Berna e Uri. La loro migrazione ha permesso di raccogliere le prime esperienze, individuare alcuni difetti e quindi migliorare continuamente i componenti della SVP 2030 nonché le condizioni quadro per il mass-rollout. Altri cantoni potranno essere eventualmente inclusi nella fase pilota.

Secondo Atos, questo ulteriore ritardo non comporterà costi aggiuntivi e non dovrebbe influire sul previsto completamento del progetto. I ritardi finora accumulati potrebbero tuttavia comportare un funzionamento parallelo dei vecchi e dei nuovi componenti oltre il 2025, cagionando in tal caso costi aggiuntivi.

Link: Sistemi di comunicazione durante la condotta e l’intervento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: