Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Scuola, università, formazione

Serianni, il Ministero e il Ministro esprimono vicinanza alla famiglia e profondo dolore per la perdita

ministro Istruzione Bianchi

Serianni, il Ministero dell’Istruzione e il Ministro Bianchi esprimono vicinanza alla famiglia e profondo dolore per la perdita.

Ci ha lasciati oggi il Professor Luca Serianni.

Il Ministero dell’Istruzione e il Ministro esprimono vicinanza alla famiglia e profondo dolore per la perdita umana e culturale.

“La scomparsa del Professor Luca Serianni mi addolora molto – ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi – e desidero esprimere la mia vicinanza alla famiglia in questo momento così difficile. È stato uno straordinario custode della lingua italiana. E ha sempre messo la sua competenza al servizio dei giovani, da generoso maestro della nostra scuola, riconosciuto e apprezzato da tutti. È stato un prezioso consigliere anche del Ministero dell’Istruzione. Ha guidato la Commissione che ha proposto la ridefinizione della prova d’italiano nell’ultima riforma degli Esami di Stato e anche quest’anno si è messo a disposizione delle maturande e dei maturandi con suggerimenti e consigli per affrontare al meglio la prova che li attendeva. Un Uomo che non ha mai smesso di condividere con tutta la Comunità il risultato dei suoi studi, con grande senso civico, oltre che con straordinaria capacità intellettuale”.

Come comunità scolastica dobbiamo riconoscenza e gratitudine a questo grande linguista che si è sempre messo a disposizione di studentesse e studenti. In particolare, il suo alto contributo scientifico ha accompagnato in questi anni le Olimpiadi di Italiano, coinvolgendo con entusiasmo ragazze e ragazzi.  Così come, anche poche settimane fa, ha accettato di girare un video per consigliare a studentesse e studenti come affrontare la prima prova scritta degli Esami, quella di italiano.

Faremo tesoro degli insegnamenti del Professor Serianni, senza mai dimenticare la generosità con cui li ha trasmessi a generazioni di studentesse e studenti.

Grazie, Professore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: