Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Tv, radio, web

Nuovo software per i siti web della Confederazione svizzera

Svizzera stemma

Nuovo software per i siti Internet della Confederazione.

Berna, 23.08.2022 – Oggigiorno le autorità comunicano con il pubblico in gran parte online attraverso siti Internet. A partire dall’anno prossimo i siti Internet dell’Amministrazione federale e del Consiglio federale saranno progressivamente rinnovati. In futuro il pubblico avrà a disposizione un accesso alle informazioni della Confederazione via Internet più chiaro e al passo coi tempi. A questo scopo sarà introdotto in modo centralizzato un software unico quale servizio standard per l’intera Amministrazione federale. L’innovazione poggia sulla decisione del Consiglio federale di consolidare e centralizzare i servizi TIC per la gestione dei siti Internet.

L’Amministrazione federale disporrà di nuove opzioni per presentare le informazioni e renderle più facilmente accessibili mediante meccanismi di ricerca migliori. Il nuovo software e il relativo servizio standard saranno a disposizione degli uffici federali a partire da gennaio 2023. La migrazione dei siti Internet degli uffici avverrà progressivamente. Con il passaggio al nuovo sistema cambierà anche l’aspetto delle pagine Internet.

Un ulteriore passo per la trasformazione digitale dell’Amministrazione federale

Con il software della ditta svizzera Livingdocs l’Amministrazione federale disporrà di una banca dati comune per contenuti Internet che potrà essere utilizzata da tutti gli uffici. Il nuovo sistema consentirà, da un lato, di pubblicare informazioni in modo più semplice e diretto attraverso vari canali, quali media sociali, pagine Internet, app e interfacce elettroniche. Dall’altro, permetterà di sfruttare le sinergie presenti all’interno della Confederazione per creare contenuti.

Finora nell’Amministrazione federale sono stati impiegati diversi software per la gestione dei siti Internet della Confederazione, i cosiddetti sistemi di gestione dei contenuti (Content Management System, CMS). Il 16 marzo 2018 il Consiglio federale ha deciso di consolidare i CMS in uso e di offrire le funzionalità CMS agli uffici come servizio standard TIC uniforme a partire dal 1° gennaio 2023. A tale scopo è stato stanziato un credito d’impegno di 23,2 milioni di franchi svizzeri.

Software e archivio dati entrambi svizzeri

L’Ufficio federale dell’informatica e della telecomunicazione del Dipartimento federale delle finanze assicurerà con il fornitore Swisscom la realizzazione e l’esercizio del nuovo CMS. L’esercizio e l’ulteriore sviluppo del CMS della Confederazione è stato attribuito a Swisscom nell’ambito di un appalto pubblico. Il software sarà installato sui server di Swisscom in Svizzera. Il Settore Trasformazione digitale e governance delle TIC della Cancelleria federale sarà responsabile del servizio standard.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: