Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Istituzioni e Diritti

La convenzione di sicurezza sociale tra Svizzera e Tunisia entrerà in vigore il 1 ottobre 2022

Tunisia-bandiera

La convenzione di sicurezza sociale con la Tunisia entrerà in vigore il 1 ottobre 2022.

Berna, 15.09.2022 – La convenzione di sicurezza sociale conclusa tra la Svizzera e la Tunisia entrerà in vigore il 1° ottobre 2022. Essa coordina i sistemi di sicurezza sociale dei due Stati contraenti per quanto riguarda la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità e disciplina in particolare il pagamento delle rendite all’estero.

La convenzione regolamenta le relazioni tra la Svizzera e la Tunisia in materia di sicurezza sociale. L’accordo, che corrisponde alle altre convenzioni di sicurezza sociale conclusi dalla Confederazione e agli standard internazionali in materia di coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale, copre la previdenza per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità, ossia per la Svizzera l’AVS e l’AI.

La convenzione garantisce un’ampia parità di trattamento tra gli assicurati e un accesso facilitato alle prestazioni e regola l’esportazione delle rendite. I cittadini tunisini che lasciano definitivamente la Svizzera potranno continuare a chiedere, al posto del versamento di una rendita, il rimborso dei contributi AVS. Grazie all’agevolazione del distacco di personale nell’altro Stato contraente, la convenzione promuove inoltre gli scambi commerciali tra i due Paesi e permette di evitare casi di doppio assoggettamento. Come in tutte le convenzioni di sicurezza sociale concluse dalla Svizzera negli ultimi anni, prevede una base per la collaborazione nella lotta agli abusi.

Link: Convenzione di sicurezza sociale tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica Tunisina.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: