Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Istituzioni e Diritti

Svizzera: Urs Loher sarà il nuovo capo dell’armamento

Svizzera stemma

Urs Loher sarà il nuovo capo dell’armamento.

Nella sua seduta del 2 dicembre 2022 il Consiglio federale ha nominato Urs Loher direttore dell’Ufficio federale dell’armamento armasuisse a partire dal 1° agosto 2023. Assumerà la funzione di Martin Sonderegger, che raggiungerà l’età ordinaria di pensionamento il 31 agosto 2023.

Il 56enne Dr. Urs Loher ha studiato presso il Politecnico federale di Zurigo conseguendo il titolo di ing. el. dipl. PF nel 1992. Nel 1994 ha svolto una formazione postdiploma in tecnologie informatiche e nel 1998 ha conseguito il titolo di Dr. sc. techn. PF.

Conferenza stampa del 2 dicembre 2022.

Dopo le prime esperienze professionali maturate presso Swisscom e Paramaze Ltd., nel 2002 è entrato a far parte del DDPS in veste di direttore supplente dell’ex Ufficio federale degli esercizi delle Forze aeree. In qualità di capo dell’ambito aziendale Sistemi e materiale, nel quadro della riforma Esercito XXI, dal 2005 ha diretto l’integrazione di tale ambito nella base logistica dell’Aggruppamento Difesa. Nel 2009 ha assunto la funzione di responsabile del settore di competenza Sistemi di condotta e di esplorazione all’interno dell’Ufficio federale dell’armamento.

Nel 2012 è passato a Rheinmetall Air Defence AG, dove ha imparato a conoscere progetti di acquisto dalla prospettiva degli offerenti e, dopo aver ricoperto diverse funzioni, ha svolto la funzione di CEO/Head of Global Program- and Key Account Management. Dal 2019 è il CEO di Thales Suisse AG nonché il presidente del settore industriale Aeronautical, Security & Defence (ASD) presso Swissmem. In parallelo alla sua carriera professionale è colonnello SMG dell’esercito.

Per occupare questa funzione il capo del DDPS ha istituito una commissione di selezione costituita da Toni Eder, segretario generale del DDPS, Marc Siegenthaler, segretario generale supplente del DDPS, Monica Duca Widmer, ex presidente del consiglio d’amministrazione della società di partecipazione RUAG, e Hans Hess, ex presidente di Swissmem.

Durante il processo di selezione è emerso che grazie alla sua formazione e alle sue attività di perfezionamento professionale, al suo percorso professionale, alla sua pluriennale esperienza nell’industria degli armamenti come pure in seno al DDPS, Urs Loher soddisfa al meglio il profilo dei requisiti. In particolare dispone di esperienza di condotta a livello operativo e strategico, conosce bene il sistema di politica di sicurezza della Svizzera e ha esperienza in relazione all’acquisto di beni tecnologici complessi.

È un general manager esperto e dotato di grandi capacità di persuasione a livello di contenuti e di un approccio fortemente incentrato sui fatti, sui compiti e sui progetti. Essendo un ex membro delle relative organizzazioni di condotta, conosce sia armasuisse che l’esercito e il DDPS. Conosce inoltre molto bene l’industria degli armamenti svizzera e internazionale.

Urs Loher assumerà il posto di capo dell’armamento il 1° agosto 2023 e inizierà la sua attività. Le responsabilità rimarranno all’attuale capo dell’armamento Martin Sonderegger fino a fine agosto 2023, momento in cui raggiungerà l’età ordinaria di pensionamento e lascerà l’Ufficio federale dell’armamento armasuisse.

Il Consiglio federale ringrazia sin d’ora Martin Sonderegger per il prezioso lavoro svolto per la Confederazione in oltre 35 anni. Dal 1987 ha ricoperto diverse funzioni nel Dipartimento e il 1° marzo 2015 il Consiglio federale lo ha nominato direttore dell’Ufficio federale dell’armamento armasuisse.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: