Archeologia: le impronte fossili suggeriscono che gli antichi umani si dividevano i compiti di lavoro.

Nature Research, Archeologia: impronte fossili suggeriscono che gli antichi umani si dividevano i compiti di lavoro.

La più grande raccolta di impronte dai reperti fossili umani in Africa fino ad oggi è descritta nei rapporti scientifici di questa settimana. I risultati, che approfondiscono la nostra comprensione della vita umana durante il tardo Pleistocene (126.000-11.700 anni fa), suggeriscono una divisione del lavoro nelle antiche comunità umane. Kevin Hatala e colleghi hanno scoperto 408 impronte umane a Engare Sero, in Tanzania, dopo che il sito è stato scoperto da membri di una vicina comunità Maasai. I ricercatori hanno datato le impronte tra 19.100 e 5.760 anni fa. In base alle loro dimensioni, alle distanze tra loro e ai loro orientamenti, gli autori suggeriscono che 17 tracce di impronte furono create da un gruppo di individui che si muovevano insieme a velocità di marcia in direzione sud-ovest. Il gruppo era probabilmente composto da 14 femmine adulte, due maschi adulti e un giovane maschio.

Gli autori ipotizzano che le femmine che hanno creato i binari raccogliessero piante commestibili in gruppo, e siano state visitate o accompagnate dai maschi, poiché questo comportamento è osservato nei moderni cacciatori – raccoglitori come Ache e Hadza. I risultati potrebbero indicare una divisione del lavoro basata sul sesso nelle antiche comunità umane. Per altre sei tracce di impronte orientate verso nord est, gli autori stimano una gamma più ampia di variazioni di velocità, il che potrebbe suggerire che non sono state create da un singolo gruppo che viaggiava insieme, ma da vari individui che correvano e camminavano a velocità diverse. I risultati forniscono un’istantanea dei movimenti e del comportamento di gruppo degli umani moderni che vivevano nell’Africa orientale durante il tardo Pleistocene.

Riferimenti dell’articolo Nature Research: Snapshots of human anatomy, locomotion, and behavior from Late Pleistocene footprints at Engare Sero, TanzaniaIstantanee di anatomia umana, locomozione e comportamento dalle impronte del tardo pleistocene a Engare Sero, Tanzania. DOI 10.1038 / s41598-020-64095-0

Link rivista Nature Research.

Lascia un commento