Impiego di militari svizzeri per le organizzazioni dell’ONU a Ginevra.

Impiego di militari svizzeri per le organizzazioni dell’ONU a Ginevra.

Nella sua seduta del 12 giugno 2020, il Consiglio federale ha approvato l’impiego di militari svizzeri nel servizio di promovimento della pace presso le organizzazioni dell’ONU a Ginevra. L’Esercito svizzero sostiene in questo modo l’ONU nel promovimento della pace a livello mondiale e dal canto suo può trarre beneficio dall’esperienza dei militari inviati.

L’esercito sostiene l’ONU nel promovimento della pace da ormai 30 anni. Attualmente sono inviati 36 militari in sei missioni ONU. Inoltre dal 2014 gli ufficiali svizzeri lavorano anche presso il Quartiere generale dell’ONU a New York e dal 2016 presso la sede centrale dell’OSCE a Vienna. È ora stato chiesto alla Svizzera di inviare anche esperti militari per il promovimento della pace alla sede dell’ONU a Ginevra, dove diverse organizzazioni dell’ONU lavorano nell’ambito del promovimento della pace a livello mondiale.

Secondo la decisione del Consiglio federale, l’esercito può mettere a disposizione fino a quattro militari per impieghi a favore del promovimento della pace a Ginevra. Il primo impiego soddisfa una richiesta dell’UNOPS (United Nations Office for Project Services) e concerne l’ambito dello sminamento umanitario. Concretamente si tratterà di sostenere il progetto per l’implementazione di un sistema di informazione computerizzato per lo sminamento umanitario presso le missioni di pace dell’ONU. Il sistema di informazione è stato sviluppato al Centro internazionale per lo sminamento umanitario di Ginevra (Geneva International Centre for Humanitarian Demining, GICHD).

Per la Svizzera e l’Esercito svizzero questi invii sono preziosi, in quanto permettono di individuare tempestivamente sviluppi e tendenze nell’ambito dell’ONU e delle sue attività. Inoltre si sostiene l’ONU nel promovimento della pace e si rafforza l’ubicazione di Ginevra quale sede centrale per le missioni di pace.

Link Consiglio Federale Svizzero.

Lascia un commento