Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Scuola, università, formazione

Spazio europeo istruzione superiore: assegnazione risorse triennio 2022 – 2024

Spazio europeo dell’istruzione superiore: criteri e modalità di assegnazione delle risorse nel triennio 2022 – 2024.

Nel DM 1124 del 25-07-2022, oltre 2milioni e 200mila euro l’anno per attività di collaborazione scientifica e culturale su scala internazionale
Con decreto del Segretario Generale del MUR n. 1124 del 25 luglio 2022, ammesso alla registrazione dalla Corte dei Conti il 25-08-2022 (n. 2217), sono stati determinati i criteri e le modalità di assegnazione delle risorse allocate sul capitolo di Bilancio 1641, piano gestionale 1, della Direzione Generale dell’Internazionalizzazione e della Comunicazione, destinato a finanziare interventi per la promozione, l’attuazione e lo scambio di iniziative di cooperazione scientifica e culturale nell’ambito dell’istruzione universitaria e dell’alta formazione artistica e musicale internazionale.

Sono stanziati oltre 2milioni e 200mila euro l’anno con la finalità di rafforzare il sistema italiano dell’alta formazione nel contesto dello Spazio europeo dell’istruzione superiore, sulle linee della Dichiarazione di Bologna (1999), per aumentare l’attrattività e l’interesse su scala mondiale per il modello d’istruzione superiore italiano ed europeo.

Possono accedere ai finanziamenti:

  • Università e Istituzioni dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) statali, non statali e legalmente riconosciute, aventi sede nel territorio nazionale, nonché Consorzi, associazioni e reti tra dette istituzioni, anche finalizzati a singole attività e progetti;
  • Soggetti, pubblici o privati, dotati di personalità giuridica, con competenze specialistiche riconosciute e consolidate anche nel contesto di rapporti di collaborazione con il Ministero o con altre Amministrazioni pubbliche, per attività connesse all’internazionalizzazione della formazione superiore;
  • Soggetti la cui missione statutaria è di raccordo tra le autonomie accademiche, come la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI).

Un’apposita Commissione valuterà le proposte pervenute sulla base dei seguenti criteri:

  • Azioni finanziabili coerenti con le finalità perseguite;
  • Collaborazioni già esistenti con organismi internazionali, per garantire la continuità nell’ottica del miglior raggiungimento dei risultati;
  • Attività co-finanziate dai soggetti ammessi al finanziamento;
  • Valutazione positiva sotto il profilo economico-contabile-organizzativo.

Le Direzioni Generali competenti gestiranno i procedimenti sotto il profilo economico-contabile, dall’erogazione alla rendicontazione.

Il DM 1124 del 25-07-2022 con il modulo di richiesta del finanziamento è pubblicato nella sezione “Atti e Normativa” del sito web istituzionale del MUR.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: