Cultura, arte, economia, scienza, ambiente, religione, sport, salute

Istituzioni e Diritti

World Economic Forum 2022: l’esercito traccia un primo bilancio positivo

World_Economic_Forum

World Economic Forum 2022: l’esercito traccia un primo bilancio positivo.

Berna, 26.05.2022 – L’esercito ha concluso il suo impiego sussidiario di sicurezza relativo all’incontro annuale 2022 del World Economic Forum (WEF) di Davos. Il bilancio è positivo: è stato possibile adempiere tutti i compiti e non si sono verificati né avvenimenti rilevanti sul piano della sicurezza né incidenti gravi.

Oggi giovedì 26 maggio 2022 le autorità civili hanno svincolato l’esercito dal suo incarico di sicurezza a favore del Cantone dei Grigioni e dell’incontro annuale 2022 del World Economic Forum (WEF). Durante il suo impiego sussidiario di sicurezza l’esercito ha adempito tutti gli incarichi nello spazio aereo e a terra. Dal 20 maggio in media sono stati impiegati quotidianamente circa 3750 militari nell’ambito di un servizio d’appoggio a favore del Cantone dei Grigioni per la sicurezza dell’incontro annuale del WEF. L’impiego dell’esercito si è svolto senza avvenimenti rilevanti sul piano della sicurezza né incidenti gravi. Tutte le sfide legate al differimento del WEF dall’inverno alla primavera sono state gestite efficacemente e hanno anche dato all’esercito l’opportunità di acquisire nuove esperienze.

7 violazioni nello spazio aereo limitato

Le Forze aeree svizzere, in cooperazione con l’Austria e l’Italia, hanno rafforzato il servizio di polizia aerea: infatti la sicurezza nello spazio aereo sopra Davos è stata garantita mediante radar, aviogetti da combattimento pronti all’impiego e la difesa terra-aria. Oggi giovedì la limitazione dello spazio aereo è stata sospesa. Tra il 20 e il 26 maggio le Forze aeree hanno registrato 5 violazioni in Svizzera, mentre le forze aeree austriache ne hanno registrate 2 al di sopra del loro territorio nazionale.

Efficaci nella Rete integrata Svizzera per la sicurezza

Il consigliere di Stato grigionese Peter Peyer, capo del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, si è dichiarato soddisfatto delle prestazioni dell’esercito nella Rete integrata Svizzera per la sicurezza: «La collaborazione tra l’esercito e le forze di sicurezza civili ha funzionato senza intoppi e in tal senso esprimo i miei più sentiti ringraziamenti a nome del Governo grigionese».

Anche il comandante di corpo Laurent Michaud, capo Comando Operazioni e comandante delle formazioni di milizia impiegate al WEF, traccia un bilancio positivo: «Le truppe impiegate hanno adempito i loro compiti. La collaborazione tra l’organizzazione di professionisti e le formazioni di milizia nonché i partner nazionali e internazionali si è svolta all’insegna di una grande professionalità. Rivolgo a tutti loro i miei più sentiti ringraziamenti».

Link: World Economic Forum – WEF.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: